cerca

Capitani sotto tiro

Sovranisti, populisti e sandinisti d’Italia hanno un solo obiettivo: scardinare le politiche globali dei grandi gruppi industriali e bancari

19 Febbraio 2018 alle 09:28

Capitani sotto tiro
Sarà che tra il dire e il fare c’è di mezzo la campagna elettorale, sarà che anche in Italia si svolge una gara a chi è più “amico del popolo”, ma se prendessimo sul serio quel che si è detto prima del voto, il prossimo parlamento dovrebbe rimettere in discussione le strategie dei maggiori gruppi industriali e bancari. A cominciare, naturalmente, da quelli pubblici, anche se nel mirino non ci sono solo loro. Più o meno tutte le forze politiche...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    20 Febbraio 2018 - 10:10

    Faccio notare che, contrariamente a quanto sostenuto nell'articolo, non c'è da parte di Salvini nessun rinnegare "il popolo delle partite IVA", dal momento che in ogni intervista che ho potuto ascoltare (e anche sul sito della Lega) egli parla di abolire studi di settore, spesometri e redditometri

    Report

    Rispondi

Servizi