cerca

La strada del governo per scongiurare l'errore della nazionalizzazione

L'amministrazione straordinaria è solo un escamotage. La storia dell'aviazione insegna che il fallimento non è tragico

Alberto Brambilla

Email:

brambilla@ilfoglio.it

26 Aprile 2017 alle 20:48

La strada del governo per scongiurare l'errore della nazionalizzazione
Roma. Non stupisce che in una nazione dove i magistrati ordinari, quelli amministrativi e gli avvocati ricoprono in abbondanza incarichi extragiudiziali nella burocrazia ministeriale, con incisive funzioni di consulenza, la più comune politica industriale per tamponare situazioni di plateale dissesto – pur di non dichiarare fallimento – precipiti nel commissariamento, come nel caso di Alitalia in questi giorni. Lunedì due terzi dei 12.500 dipendenti hanno respinto il piano industriale, fatto di riduzione del personale e tagli degli stipendi, proposto dall’azienda...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Alberto Brambilla

Alberto Brambilla

Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzo tocco

    lorenzo tocco

    27 Aprile 2017 - 16:04

    Nell'articolo c'è scritto che Germania e Francia "proteggono i rispettivi vettori Lufthansa e Air France". Si parla, mi pare di capire, di slot. E' lecito che lo possano fare o è una violazione di norme europee? Se non è una violazione, perché non abbiamo fatto lo stesso con Alitalia?

    Report

    Rispondi

Servizi