Il ministro delle Finanze giapponese, Taro Aso, incontra il suo omologo cinese Lou Jiwei, al G20 dei ministri delle Finanze che si è tenuto a fine luglio a Chengdu, in Cina (foto LaPresse)

Perché le tensioni politiche tra Pechino e i paesi vicini influenzano gli investimenti diretti in Cina

Giulia Pompili
“La Cina è un player troppo importante per essere ignorato in termini di business. Allo stesso tempo, però, il Giappone non vuole diventare troppo dipendente dalla Cina”, dice Peter Tasker. E per Zhixing Zhang, “le tensioni politiche tra Cina e Giappone sono un catalizzatore”, ma ci sono anche ragioni legate all'evoluzione dell'economia di Pechino.
La
Di più su questi argomenti:
  • Giulia Pompili
  • È nata il 4 luglio. Giornalista del Foglio dal 2010, si occupa delle vicende che attraversano l’Asia orientale, soprattutto di Giappone e Coree, e scrive periodicamente anche di Cina e dei suoi rapporti con il resto del mondo. Ha una newsletter settimanale che si chiama “Katane”, ed è in libreria con "Sotto lo stesso cielo" (Mondadori). È terzo dan di kendo.