Vietti (ex Csm) ci spiega cosa c’è in ballo a Roma nella guerra tra pm

Reporter:

Annalisa Chirico

3

01/06/2019

Roma. Se gli dei non sono caduti, è caduta la vergogna. La presunta purezza togata non esiste, e il mosaico restituito dall’attualità di dossier incrociati, esposti in procura, veleni mediatici, emana un putrido odore. Le vicende sono note: all’inchiesta perugina per corruzione a carico del pm romano Luca Palamara fa da contraltare, per così dire, l’esposto del collega Stefano Fava, teso a gettare discredito sull’ex numero uno di piazzale Clodio Giuseppe Pignatone e sul procuratore aggiunto Paolo Ielo. “L’immagine della...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.