Nel regno dell’armonia basta un millimetro per perdere la gloria Il giro con il campione del mondo, la belle vie che si stringe le mani ai lati del campo verde, la storia che si respira tra gli ostacoli. L’equitazione come un quadro

Il giro con il campione del mondo, la belle vie che si stringe le mani ai lati del campo verde, la storia che si respira tra gli ostacoli. L’equitazione come un quadro

Luca Gambardella

Reporter:

Luca Gambardella

2

01/06/2019

Dopo quel largo, vedi? Ecco dopo quello c’è un verticale che ti assicuro, è il più difficile di tutti. Qui molti sbaglieranno. Credo sia meglio tenerlo il cavallo, qui, per evitare di farlo andare lungo”. Lo sguardo del campione del Mondo segue tutto il percorso, interseca le linee immaginarie che tagliano il campo di gara. Con le braccia mima il movimento delle redini. Inarca la schiena e le gambe, a simulare la postura da tenere in quei cinque metri che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.