cerca

La terra trema, cristiani in Iraq e il Leicester di Ranieri. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

27 Ottobre 2016 alle 18:36

La terra trema, cristiani in Iraq e il Leicester di Ranieri. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


“Tomaso Montanari che spiega la ‘profezia pittorica’ di 400 anni fa (Cecco del Caravaggio) sulla vittoria del No al referendum…” #incredibileamisci!

 

Cristiano de Majo


 

 

Stato dell’Unione

 

Avevamo scherzato! In Belgio i partiti hanno trovato l’accordo sul trattato di libero scambio tra Unione europea e Canada. L’Accordo economico e commerciale globale (Ceta), che inizialmente era stato respinto dal parlamento della Vallonia, potrà ora proseguire il suo iter legislativo (via Internazionale).

 

Brexit, un taglio alla lingua: “Con il Regno Unito fuori, l’Unione europea non parlerà più inglese”. (Forse).

 

La cosa certa è che, in mezzo a previsioni apocalittiche post Brexit, l’economia inglese per ora continua a crescere. Anche se la preoccupazione sulla tenuta dei grandi investimenti sta montando, come dimostra la vicenda di Nissan. E come spiega il Wsj.

 

Intanto nella Spagna senza guida politica la disoccupazione è scesa ai livelli più bassi degli ultimi anni. Tiè.

 

Per la cronaca, l’instabilità libica potrebbe ulteriormente incrementare gli sbarchi di migranti in Europa (aggravandone l’emergenza).

 

 

Sabbie arabe

 

Dieci giorni di battaglie per Mosul. Le forze della coalizione si stanno avvicinando alla città irachena sotto il controllo dello Stato Islamico, che per difendersi sta usando tattiche tipiche della guerriglia.

 

Come i cristiani in Iraq stanno festeggiando la liberazione dai jihadisti dell’Isis.

 

In Turchia sono stati arrestati due sindaci curdi. La polizia ha fermato Gultan Kisanak e Firat Anli, che amministrano la città a maggioranza curda di Diyarbakir, accusandoli di legami col PKK (via Il Post).

 

Peraltro tenere d’occhio il presidente filippino Duterte serve a capire dove va l’Isis in Asia. Con la perdita di terreno in medio oriente, lo Stato islamico punta sul reclutamento in Asia, e viste le difficoltà di viaggiare in Siria o Iraq, per molti foreign fighter asiatici “la scelta di Mindanao è la migliore”.

 

Il Banksy siriano che dipinge murales nelle periferie di Damasco.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Corsa alla Casa Bianca. In attesa del voto dell’8 novembre, ecco quello che si sa, quello che si crede di sapere e quello che è incerto. Con una semi certezza: l’America continuerà a crescere e a sapere rischiare, chiunque sarà il nuovo leader (probabilmente Hillary Clinton, visto che lo credono già i due terzi degli americani).

Nuova guerra fredda. In che modo la Nato sta cercando di gestire le nuove tensioni nel Baltico con la Russia; le preoccupate mosse svedesi e, perché, la strategia del caos nella politica estera putiniana alla fine potrebbe rivelarsi un boomerang.

Il secolo cinese. I nuovi grandi “deal maker cinesi” che piazzano acquisizioni e investimenti miliardari in giro per il mondo, dal cinema agli hotel. Ad esempio in Europa, comprano fior da fiore le nostre aziende. Salvo alzare barriere in casa loro quando i predatori siamo noi…

Grande Mela. La classe media indiana è il prossimo grande target nelle strategie commerciali della Apple di Tim Cook.

Dio salvi la Regina. Il conflitto tra dimensione pubblica e privata sarà al centro di una prossima serie Tv firmata Netflix dedicata alla Regina Elisabetta II.

Amico robot. Sembra che l’Intelligenza Artificiale possa aiutare anche a sconfiggere il cancro al seno. Speruma!

 

 

Personaggi

 

Il lungo viaggio di Lamiya Aji Bashar da schiava dell’Isis ad attivista dei diritti umani…

 

In che modo Donald Trump ha usato Hollywood per costruire il personaggio che è diventato.

 

La strategia di Erdogan per estendere via referendum il suo potere assoluto sulla Turchia (sfruttando la popolarità post golpe).

 

 

Mappa del giorno

 


La verità è che ai giovani i social ads danno sempre più fastidio. Che fare (via Pier Luca Santoro)?

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Ombre rosse. Resta da capire perché 25 anni fa, quando collassò l’Unione Sovietica, Mosca non divenne una democrazia compiutamente di mercato. Se lo chiede l’Economist.

L’algoritmo collettivo. I conservatori lamentano da sempre che i media tendono a sinistra, ma nell’èra di Trump il vizio è scientifico. Così l’elezione è diventata una sfida fra le persone normali e i minus habens in roulotte. E comunque, il populismo (trumpiano) non è fascismo, spiega Foreign Affairs.

Non si capisce più niente. La tecnologia è ormai al di là della nostra comprensione come specie e questo non è un bene, come racconta Overcomplicated di Samuel Arbesman.

Razza padrona. Come i narcisisti hanno conquistato il mondo (della cultura pop e non solo).

Nuove catastrofi. Il romanziere Ben Lerner e l'importanza delle poesie brutte, delle città come “archivi viventi” e dell’essere traumatizzati dal futuro.

 

 

Ossessioni

 

La terra trema. Purtroppo non è stata una scossa di assestamento ma un nuovo terremoto, quello che sta investendo il centro Italia. Gli scienziati: “Seconda fenditura, non è la coda del sisma di agosto”. L’area colpita è quella geologicamente più delicata e fragile d’Italia.

Calma olimpica. Scrive l’Economist che prenotare un posto in aereo lontano dai bambini è molto costoso e, soprattutto, inutile (articolo tradotto in italiano da Internazionale).

Vade retro. Alcuni supermercati danesi hanno deciso di non vendere più vino sudafricano prodotti da lavoratori “schiavi”.

 

 

Mettetevi comodi

 

The Donald. Businessweek racconta come e perché la potente macchina del trumpismo è stata costruita per prosperare ben oltre la scadenza (e la sconfitta) elettorale.

La vita è un gioco. L’interessante documentario di Motherboard sul mondo dei videogiochi in Italia.

Febbre dell’oro. La caccia borderline alle piante di ginseng sui monti Appalachi che alimenta il ricco mercato asiatico.

Ritorno di fiamma. La rivincita dei tabloid inglesi, dati per morti da molti e in crisi di copie, grazie alla Brexit…

Leicester, la vita dopo. Come la squadra di Claudio Ranieri sta affrontando la normalità nel racconto de L’ Ultimo Uomo.

 

 

Accadde oggi

 


Venticinque anni fa, nella notte tra il 26 e il 27 ottobre, un incendio distruggeva il Teatro Petruzzelli di Bari…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi