cerca

Schengen in naftalina, i kamikaze in Pakistan e le piccole bugie. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

 

25 Ottobre 2016 alle 18:40

Schengen in naftalina, i kamikaze in Pakistan e le piccole bugie. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

“Lega, un congresso per togliere la parola Nord…”

Marco Cremonesi


 

 

Stato dell’Unione

 

UK se ne va dalla Ue, Scozia (forse) se ne va da UK, la Vallonia (yes!) mette il veto agli accordi commerciali con il Canada, il presidente ungherese Orban rimpiange l'Urss. C'era una volta l'Europa (via Gianni Riotta).

 

Migranti, ancora tre mesi di controlli alle frontiere. Nella raccomandazione del collegio dei commissari europei controlli nelle frontiere di Austria, Germania, Svezia, Norvegia e Danimarca fino al prossimo febbraio. Insomma Schengen resta ancora in naftalina.

 

Un po’ di foto significative, e intense, dello sgombero della “giungla” di Calais.

 

Come funzionerà in Spagna la “grande coalizione di fatto”. Con il sì a Rajoy, si va verso la formazione di un governo dopo 300 giorni, ma i problemi per i socialisti iniziano soltanto ora.

 

Gli effetti della Brexit sulle abitudini di consumo del Regno Unito. Perché cominciano ad esserci anche lì. E come la Spagna sta cercando di attirare il mondo del business in fuga (forse) dalla Brexit, a colpi di sole, calcio e costi decisamente più bassi che a Londra.

 

Quel mare di cash in pancia alle grandi aziende tedesche che non vengono (colpevolmente) investiti, nell’analisi del Wsj.

 

 

Sabbie arabe

 

Un commando di attentatori suicidi ha attaccato un college militare in Pakistan. Le vittime sono diverse decine, quasi tutti cadetti dell'istituto di formazione di Quetta, vicina al confine con l'Afghanistan. Si sospetta del gruppo islamista Lashkar-e-Jhangvi, affiliato ad Al Qaeda.

 

Secondo diverse testimonianze riportate dall’Onu, i militanti dell’ISIS hanno fatto esecuzioni sommarie di civili, uccidendo anche dei bambini per diffondere il terrore tra la popolazione mentre le truppe irachene continuano ad avanzare verso Mosul (via Internazionale).

 

I movimenti sul terreno e i cambi di fronte nella prima settimana di battaglia per la riconquista di Mosul, nella mappa interattiva del Nyt.

 

Dopo due anni il martoriato Libano potrebbe (finalmente) eleggere un presidente.

 

Sarà la campagna elettorale ma negli Usa nessuno sembra voler ammettere che Washington sta attualmente combattendo ben cinque guerre nella regione (e nel Corno d’Africa): Siria, Iraq, Yemen, Libia e Somalia.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Corsa alla Casa Bianca. Si fa largo la convinzione che per Trump la corsa presidenziale sia ormai preclusa e che il suo vero obbiettivo, dopo la sconfitta, sia quello di creare un network tv (per fare tanti ma tanti soldi). In ogni caso l’8 novembre non si vota solo per il presidente ma anche per rinnovare Camera e Senato: e sono elezioni che contano quasi quanto quelle altre.

Predatori & Prede. Perché l’operazione fra At&T e Time Warner fa bene a utenti ed elettori. Altro che monopolio: la tv via cavo è già dominata dai cartelli locali. Le fantasie sulla svolta a destra di Cnn

Camera con vista. Airbnb ha fatto causa alla città di New York. Per una legge che prevede multe per chi affitta interi appartamenti per meno di 30 giorni e che secondo il governatore Cuomo aiuterà a far calare gli affitti.

Nel continente nero. Le montagne russe della crescita nei paesi africani. Un giorno alle stelle, quello dopo alle stalle. Anche se la situazione è moto più variegata e complessa,

Il fondo del barile. Due semplici chart che dimostrano come il crollo del greggio rispetto alle quotazioni dello scorso anno sta affossando l’economia saudita.

A babbo morto. Comunque stiamo vivendo nell’età dell’oro dello streaming tv illegale. Calcio e non solo…

Dieselgate. In Usa le autorità giudiziarie hanno dato il via libera definitivo al maxi risarcimento imposto a Volkswagen per lo scandalo emissioni (14,7 miliardi di euro).  

 

 

Personaggi

 

Mark Zuckerberg e la lunga marcia di Facebook verso lo sterminato mercato cinese…

 

Cina, Usa, guerra alla droga. Qual è esattamente la strategia, e dove vuole arrivare davvero, il neo presidente filippo Rodrigo Duterte.

 

 

Mappa del giorno


 

I paesi europei dove i giovani restano più a lungo a vivere in famiglia con mamma e papà…

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Un mondo difficile. La globalizzazione della rabbia analizzata da Foreign Affairs. Perché gli estremismi contemporanei appaiono così familiari.

Leone in gabbia? Nuove indiscrezioni lanciano l’allarme su una scalata estera alle Generali, che possiedono molti titoli di stato. Sospetti su Axa e Zurich. Indagine sul futuro possibile di un campione nazionale (e cosa si rischia a perderlo).

Amiche armi? In che modo la Realtà Virtuale sta entrando nelle strategie militari del Pentagono e come sta cambiando il concetto di difesa.

Bassa demagogia. Le poche ricerche empiriche che mettono a confronto compensi e qualità della classe politica sembrano indicare che se l’indennità è più alta, migliorano i risultati ottenuti dalle amministrazioni.

Black Mirror. La serie distopica di Charlie Brooker è meno profonda e rivelatrice di quanto vorrebbe essere, anzi banalizza il presente, eliminandone le complessità.

 

 

Ossessioni

 

Piano inclinato. Le persone che dicono piccole bugie tendono a progredire verso menzogne più grandi. Uno studio pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience fornisce una prova empirica di questo comportamento e indica una possibile base biologica che lo spiega.

Il grande esodo… Le barricate a Gorino contro i migranti. Un gruppo di cittadini ha bloccato le vie di accesso a un paese nel ferrarese per impedire l'arrivo di 12 donne e 8 bambini, da ospitare in un ostello in zona.

E la grande onda. Ogni anno, con l’inoltrarsi dell'autunno, gli appassionati di surf su onde giganti si ritrovano in Portogallo, sulla Praia do Norte di Nazaré, a una centinaia di km a nord di Lisbona.

Marziani a canestro. Come si battono i Golden State Warriors? Una domanda a cui tutta la NBA deve rispondere, oggi che ricomincia il grande circo del basket Usa.

 

 

 

Mettetevi comodi

 

Saremo alleati? L’Ft ci porta dentro la guerra intestina iraniana per la successione alla guida suprema Khamenei.

Spie come noi. L’incredibile storia di come gli Emirati Arabi Uniti hanno tentato di arruolare un italiano nei loro progetti di sorveglianza di stato.

Che tempo che fa. Il Nyt racconta da par suo la più grande migrazione “ambientale” del mondo, in Cina. A causa del cambiamento climatico.

Sognando Beckham. Un viaggio ad Hanoi e nel calcio vietnamita, dove nascono ottimi giocatori ma il movimento ha bisogno di ripulirsi per sfuggire all’egemonia televisiva del calcio inglese (via Rivista Undici).

 

 

Accadde oggi


 

Ottant’anni fa oggi, Adolf Hitler e Benito Mussolini creavano l’asse Roma-Berlino…

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi