cerca

Lo spirito di Ventotene, i debiti di Trump e i troll. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

22 Agosto 2016 alle 17:43

Lo spirito di Ventotene, i debiti di Trump e i troll. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


“Che noia queste telecronache buoniste. Oro perso, e diciamolo…” #Rio2016

 

Mattia Feltri


 

 

Stato dell’Unione

 

Renzi, Merkel e Hollande s’incontrano a Ventotene per rilanciare l’Unione europea. Il rilancio delle istituzioni europee, l’immigrazione, la crisi economica e la sicurezza sono i temi al centro della discussione, in vista del Consiglio europeo del 16 settembre a Bratislava. 

 

Il simbolismo di Ventotene come speranza di rilancio dell’integrazione europea. Basterà? Mmh…

 

Da oggi il Labour vota: Corbyn o Smith. Il principale partito della sinistra britannica dovrà decidere il suo futuro, in un momento di gravi divisioni e col rischio di una scissione. A proposito. Bruxelles vorrebbe chiarezza da Londra sul processo che porta alla Brexit. Come potrebbe ottenerla secondo Bloomberg.

 

Italia-Germania, il paradosso del saldo primario. Roma controlla il bilancio meglio di Berlino (ma il debito sale).

 

Diciamo che i i sostenitori di Fetullah Gulen in Europa non se la passano benissimo. Hanno Erdogan e i suoi scherani alle calcagna…

 

Racconto dall’interno di come l’Europa abbia fallito nel prevenire e sgominare la cellula dell’Isis cresciuta per anni nel suo seno e che ha colpito tra Parigi e Bruxelles. Ottimo approfondimento di BuzzFeed (parlano gli investigatori).

 

Ah, si scaldano i motori. Sarkozy è pronto a scendere di nuovo in campo per sfidare Hollande alle prossime presidenziali francesi.

 

 

Sabbie arabe

 

L’esplosivo dell’attentato di Gaziantep durante un matrimonio curdo (50 morti), è lo stesso usato dallo Stato islamico in altri due attacchi. Lo fanno sapere le autorità turche. E poi due anni di attentati in Turchia, in una mappa.

 

Tra potere dinastico e rischio collasso, il futuro del potere di Erdogan e della Turchia in questi mesi molto ma molto complicati e come Ankara è passata in poco tempo da retrovia a bersaglio del terrorismo.

 

Perché i militari russi hanno abbandonato la base aerea di Nojeh, in Iran, da dove nei giorni scorsi i cacciabombardieri di Mosca hanno lanciato dei raid in Siria. Anche se “in futuro potranno essercene di nuovi se la situazione li renderà necessari…”.

 

 

Corsa alla Casa Bianca

 

Un’inchiesta del Nyt dimostra, tra le altre cose, come le aziende di Donald Trump siano parecchio indebitate.

 

Perché l’eredità obamiana può appesantire la corsa di Clinton. Obamacare, deal nucleare con l’Iran, Guantanamo, libero scambio: tutti i dossier che Hillary teme.

 

Va anche tenuto conto, in previsione del voto, che la dimensione religiosa, per gli americani, conta come in nessun altro paese occidentale.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

L’importante è partecipare. Nonostante le critiche, Rio de Janeiro grazie all’Olimpiade è migliorata (infrastrutture e non solo). Cosa scriveremo sui libri di storia dell’atletica dopo questa edizione e i momenti più “pazzi” dei Giochi immortalati dai fotografi di AP.

Il secolo cinese. Occhio che Pechino sta costruendo il suo primo avamposto militare fuori dal “cortile” di casa, a Gibuti. Serve a presidiare le ambizioni mercantili cinesi e lo status di neo potenza mondiale.

Il fondo del barile. Zitti zitti gli Usa stanno esportando in questo momento il loro greggio in ben diciassette paesi del mondo.   

Nuova guerra fredda. Le tensioni bellico-territoriali tra Mosca e Kiev in una bella chart interattiva.

Predatori & Prede. Perché il colosso farmaceutico Pfizer ha acquistato il produttore biotech di farmaci anti cancro Medivation per 14 miliardi di dollari.

Ore giapponesi. Per la cronaca, il Giappone senza immigrati è a corto di forza lavoro. Lo scrive la Reuters (articolo tradotto in italiano da Internazionale).

 

 

Personaggi

 

Lo Spiegel ha intervistato il premier libico Sarraj: “non faremo la fine della Somalia…”

 

Musk, Bezos, Branson e compagnia bella. La “guerra” segreta tra super miliardari per portare l’umanità nello spazio.

 

L’ultimo russo rimasto a Guantanamo non vuole tornare in Russia: dice che a Guantanamo lo trattano meglio (via Giovanni Zagni).

 

 

Mappa del giorno

 


E’ abbastanza chiaro che il problema italiano si chiama CRESCITA, giusto? (via Intermarketblog)

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Falsi miti/1. Basta stracciarsi le vesti. La vita sulla terra non è mai stata così bella. Numeri alla mano, viviamo una vera età dell’oro…

Falsi miti/2. La verità? La segregazione negli Usa non si spiega solo con il reddito e gli indicatori economici. Molte famiglie afroamericane “benestanti” continuano a vivere nei quartieri poveri delle grandi città. Lo spiega una bella analisi del Times.

World Wide Troll. In che modo i troll stanno trasformando la rete in un posto violento e aggressivo.

Realpolitik. Ma Henry Kissinger aveva e ha una coscienza? Se lo chiede il New Yorker.

Vite parallele. Una chiacchierata a due tra un critico letterario e un critico culinario, che discutono di affinità e divergenze dei loro lavori (via Rivista Studio).

 

 

Ossessioni

 

Sagra & Porchetta. Comunque le feste patronali sono l’ultimo baluardo dell’underground in Italia.

Minority report. Non sembrano funzionare i primi esperimenti di “polizia predittiva” messi in campo a Chicago per ridurre violenze e incidenti da arma da fuoco.

Tempi difficili. L’estate in cui è impazzito WikiLeaks. Storia dell’organizzazione di Assange e di come ha perso credibilità, a 10 anni dalla sua fondazione.

 

 

Mettetevi comodi

 

Casseforti di famiglia. Da Ford a Fiat, come i “padroni del vapore” hanno messo al sicuro le ricchezze destinate ai propri eredi.

Segui i soldi. Tra russi e soldi offshore. Lo scandalo miliardario che sta scuotendo Deutsche Bank.

Il cartello. A caccia dei sottomarini narcos in Colombia…

Paradiso in terra. Stiamo davvero rischiando di rovinare il Grand Canyon? Il racconto del National Geographic.

Laguna calma. Foto di Venezia dall’800: dimenticate la folla di turisti e il traffico lungo i canali.

 

 

Accadde oggi

 


Settantacinque anni fa oggi le truppe tedesche raggiungevano Leningrado. Pochi giorni dopo comincerà il lungo assedio della città russa…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi