cerca

Come gestire Brexit, il mercato nero delle armi Usa e il ritiro di Messi. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

27 Giugno 2016 alle 18:06

Come gestire Brexit, il mercato nero delle armi Usa e il ritiro di Messi. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


“#Podemos abolire gli exit poll…?

 

Daniele Bellasio


 

 

Stato dell’Unione

 

Euro e sicurezza: ecco il piano di Parigi e Berlino per un’Ue più forte. E poi un Fondo monetario europeo e una guardia costiera comune. In vista anche un presidente stabile per l’Eurozona. Funzionerà?

 

Renzi e il modello inglese da seguire per riformare l’Europa. Al vertice di Berlino sulla Brexit, in realtà il presidente del Consiglio dovrebbe fare “il Cameron”: ora che il premier inglese è fuori gioco, serve qualcuno che metta le cose in chiaro su cosa non va nell’Ue, e cerchi una soluzione…

 

Merkel & Co. Elogio dei leader pragmatici e un po’ noiosi di eurolandia mentre i russi rivedono nella Brexit addirittura i foschi presagi della caduta dell’impero sovietico…

 

Cinque lezioni sul voto in Spagna di ieri, secondo Politico. Per formare un governo sarà necessario formare una coalizione, ma i socialisti hanno già escluso un’alleanza con i popolari vittoriosi. Che si fa? Stallo bis…

 

 

Manica larga

 

Un’altra giornata tremenda sulle borse di mezzo mondo (in attesa delle parole di Mario Draghi) mentre Angela Merkel predica calma e gesso.

 

Il doppio fronte politico interno in preda ad una crisi di nervi: Cameron che prova a guadagnare tempo rilanciando sulla permanenza di Londra nel mercato unico e il leader laburista Jeremy Corbyn che cerca di dominare la fronda interna.

 

In che modo il voto sulla Brexit sta producendo un effetto disgregazione sul Regno Unito (occhio alle mosse “europeiste” di Scozia e Irlanda del Nord) e in che modo l’esito del referendum potrebbe cambiare il mondo per come lo abbiamo conosciuto (parlano con Politico 17 tra top economisti ed esperti di relazioni internazionali).

 

Quattro effetti più terra terra prodotti dalla Brexit, ma non meno importanti, anzi: come potrebbe complicarsi la lotta al terrorismo islamico; come potrebbe impattare sul settore dell’M&A; come potrebbe influenzare il piano di stabilizzazione finanziaria varato dalla Cina; e come potrebbe essere il bengodi per le grandi società di consulenza e i grandi studi legali, chiamati a rinegoziare contratti e controversie societarie.

 

Sembra che i pro Brexit non abbiano un piano per gestire l’uscita di Londra dall’Europa. E lo ammettono pubblicamente…

 

 

Sabbie arabe

 

L’Isis all’attacco di Giordania e Libano: “Spezzeremo i confini”. In difficoltà in Siria e Iraq, il califfato progetta incursioni nei paesi vicini più fragili.

 

L’inchiesta del Nyt sulle armi Usa per i ribelli siriani rubate dai giordani e vendute sul mercato nero. Molto interessante!

 

Israele e Turchia riprenderanno le relazioni diplomatiche. I due governi hanno raggiunto un accordo per mettere fine alla crisi bilaterale scoppiata sei anni fa con l’incidente della Freedom flotilla diretta nella Striscia di Gaza (via Internazionale).

 

 

Personaggi

 

La pazza vita di Boris Johnson, ex sindaco di Londra, possibile, probabile, prossimo premier conservatore inglese…

 

Dentro la mente di un gigante, Steven Spielberg, nel bellissimo racconto di Wired.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Corsa alla Casa Bianca. Perché la vittoria della Brexit dovrebbe essere considerata come un’avvisaglia del ciclone Trump negli Usa, al voto di novembre. E il ruolo di Chelsea Clinton, la figlia di Hillary e Bill, nella corsa elettorale (se ruolo ha e avrà).

Predatori & Prede. Il punto sulla possibile mega acquisizione di Monsanto da parte di Bayer, attraverso le mosse del Ceo del colosso tedesco.

Nel continente nero. In che modo l’Etiopia sta diventando il cuore industriale dell’Africa e un paese che potrebbe trainare lo sviluppo di un bel pezzo di continente.

Pulce al chiodo. «È difficile continuare». Messi e l’Argentina, una maledizione: tutte le finali perse dalla Pulce.

Il fondo del barile. Come il petrolio ha fatto ricco il Venezuela e come, adesso, lo sta rendendo molto povero.

 

 

Mappa del giorno

 


Tensioni e conflitti europei nei giorni della post Brexit

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Equilibrio del terrore? William Perry, già ministro della Difesa con Bill Clinton, ha scritto un libro in cui sostiene che oggi la guerra nucleare è più probabile che al tempo della Guerra Fredda…

Morte ai peccatori. I terroristi islamici sono ossessionati dai night club. Un pentito ci spiega perché: “Espiano le colpe in un bagno di sangue”.

La grande onda. In che modo l’aumento della simpatie per Trump e in generale l’avanzare dei populismi nasce da una forma di disperazione e di mancata capacità di stare nel presente di una fascia di persone (via Rivista Studio).

Due Germanie. Perché la Germania Est dopo la riunificazione non ha fatto la fine del Mezzogiorno d’Italia? Prova a spiegarlo un interessante studio economico.

Musica per le mie orecchie. I negozi di dischi e l’influenza che hanno avuto sulla formazione culturale delle generazioni pre streaming.

 

 

Ossessioni

 

Eppur si muove. Robert Krulwich vi racconta la storia del primo organismo che si è deciso a muoversi (via Pietro Minto).

Il tempio del tennis. Come si rifà l’erba a Wimbledon (non senza soprese).

Aggiungi un posto a tavola. Ci mancava solo il telefonino di Google, arriverà molto presto…

 

 

Mettetevi comodi

 

Ore giapponesi. Unico Uniqlo: come ha fatto una piccola bottega del sud del Giappone a diventare un colosso internazionale della moda?

Il mondo nuovo. La corsa contro il tempo del colosso manifatturiero Bosch per costruire una nuova grande fabbrica intelligente e stare al passo con la globalizzazione.

Scatola nera. La storia di come, da sempre, l’uomo (e relativi studi scientifici) cerca l’anima all’interno del cervello.

Cattiva fama. Tutto quel che i brasiliani non vogliono si veda di Rio, durante le imminenti olimpiadi.

 

 

Accadde oggi

 


Quarantadue anni fa oggi in Cile Augusto Pinochet assumeva la carica di Capo supremo della Nazione, dopo il golpe contro Allende…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi