cerca

La diga austriaca, jihad alla kosovara e Carlo Ancelotti. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

23 Maggio 2016 alle 18:39

La diga austriaca, jihad alla kosovara e Carlo Ancelotti. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


"Prima contro la Thatcher, poi contro Blair, poi contro Cameron. Il mestiere di Ken Loach è la demagogia, per questo Cannes lo premia sempre…”

 

Antonio Polito


 

 

Stato dell’Unione

 

In Austria vince Van Der Bellen, europeista e figlio di immigrati. Il candidato indipendente sostenuto dai Verdi è il nuovo presidente, sconfitta la destra radicale. Decisivi i voti per posta.

 

Chi è Norbert Hofer, il leader della destra populista austriaca che è stato ad un centimetro dalla poltrona presidenziale (e perché sentiremo ancora parlare di lui).

 

Degli ottimi grafici interattivi del Nyt sullo spostamento a destra dell’elettorato europeo (via Masaraht) e un’interessante riflessione dell’Economist, questa volta sulla Brexit, sul rapporto tra referendum, dunque le occasioni di democrazia diretta, e le cattive scelte degli elettori (i referendum non sono di per sé più democratici e, spesso, producono pessime policy).

 

Ah, oggi la dose quotidiana di terrorismo psicologico anti Brexit arriva da un report del Tesoro britannico. In pratica se Londra esce dall’Europa finisce il mondo…   

 

 

Sabbie arabe

 

Il gruppo Stato islamico rivendica gli attentati suicidi in Siria. Secondo i mezzi d’informazione governativi il bilancio è di almeno 78 morti. Gli attentati, per cui sarebbero state usate sette autobombe, sono avvenuti a Tartus e a Jableh, due città a maggioranza alawita e per questo considerate fedeli al governo di Bashar al Assad (via Internazionale).

 

I piani dell’esercito iracheno per riprendere la città di Fallujah dalle grinfie dello Stato islamico.

 

A proposito di Isis. Vice News indaga sul proselitismo del califfato presso i musulmani di origine indiana. Interessante!

 

E poi le lotte interne ai taliban per scegliere l’erede del mullah Mansour, ucciso da un drone Usa.

 

 

Corsa alla Casa Bianca

 

Secondo il Washington Post il fatto che gli ultimi sondaggi registrino un primo sorpasso di Donald Trump su Hillary Clinton a livello nazionale, non deve preoccupare (manca ancora tanto a novembre).

 

Forse dovrebbe preoccupare di più Hillary, almeno al momento, l’insistenza con cui Sanders continua a stare in campo. Ecco perché (via Francesco Costa).

 

Come il populismo di Trump e Sanders sta cambiando gli orizzonti della politica estera Usa.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Predatori& Prede. Ci siamo! Bayer offre 62 miliardi di dollari in contanti per accaparrarsi Monsanto. Sarebbe la più grande acquisizione in 150 anni di vita del colosso della farmaceutica tedesca.

Spirito dei tempi. Come il premier Narendra Modi sta riavvicinando in termini di relazioni India e Iran. Ne scrive Le Monde (articolo tradotto in italiano da Internazionale).

Quasi amici. Barack Obama ha annunciato da Hanoi la fine dell’embargo sulla vendita di armi al Vietnam. L’obiettivo della visita è rafforzare i rapporti diplomatici ed economici con il governo comunista di Tran Dai Quang, anche per contrastare la crescente influenza della Cina nel sudest asiatico. Ah, i primi a festeggiare sono quelli di Boeing che strappano una commessa miliardaria da VietJet.

Bolla in vista? Occhio perché tutto il gran carrozzone della Realtà Virtuale potrebbe scoppiare presto. I progetti in campo, spiega il Wsj, non sono all’altezza delle aspettative (per ora).

Non volo più. I piloti del volo EgyptAir precipitato nel Mediterraneo potrebbero essere stati uccisi prima dello schianto.

La zampata. Intanto Ge, zitta zitta, investirà 1,4 miliardi di dollari in Arabia Saudita, dando corso alle nuove aperture del regno per affrancarsi dal monopolio degli introiti petroliferi.

 

 

Personaggi

 

Quel che sogna Xi Jinping. Il presidente cinese usa gli strumenti del Grande Timoniere per dare forma a una nuova visione nazionale. Ma così rischia di ripetere antichi orrori. 

Dall’ego dei “Galacticos” di Madrid al cibo, alla sua nuova casa sportiva, il Bayern Monaco. Carlo Ancelotti a tutto campo sull’Ft.

 

 

Mappa del giorno

 


Impressionante l’evoluzione dell’occupazione italiana negli ultimi 10 anni. Sotto i 45 anni nulla (via Francesco Seghezzi)…

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Dalla padella alla brace. Il risultato ex post della guerra in Kosovo? Sottrarre il piccolo paese balcanico dall’oppressione serba per consegnarlo alla sfera di influenza jihadista (e dell’Arabia Saudita).

Il valore della libertà. Come l’Occidente è diventato Occidente (e ricco). Mai dimenticarlo, specie di questi tempi.

Fenomenologia del bagno. Un pezzo sul bagno, inteso come vasca da bagno, sui pro e i contro, sul perché si tratta di una cosa che piace fare più alle donne che agli uomini (via Rivista Studio).

Li chiamavano innovatori. Perché il fenomeno planetario e di massa della musica in streaming deve molto a Prince e David Bowie. Lo sapevate?

Fine della magrezza? Un tempo c’erano i blog pro-ana, poi sono arrivate Kardashian e Beyoncé, ma è proprio vero che la magrezza oggi ha meno presa sulle ragazze?

 

 

Ossessioni

 

Volersi bene. Otto cose da sapere sulla masturbazione secondo Mona Chalabi.

Prima il Veneto. Nel 2018 il Veneto diventerà “autonomo”, per via dell’invecchiamento però. Noise from Amerika spiega la triste questione (via Pietro Minto).

Alberi dormienti? È difficile stabilirlo, ma per la prima volta un gruppo di ricercatori ha osservato che di notte flettono rami e foglie.

 

 

Mettetevi comodi

 

Moto perpetuo. Qualche giorno alla fiera di Canton, Cina, dove tutto è in vendita e tutto si commercia.

Natura selvaggia. L’Ft sulle tracce della tigre siberiana, nella Russia più profonda e selvaggia.

Il fondo del barile. L’Atlantic indaga invece sulla bancarotta di un paese ricco, il Venezuela.

Minority Report. Pro Publica indaga su un software utilizzato negli Usa per predire futuri crimini. Sarebbe pregiudizievole verso i neri.

 

 

Accadde oggi

 


Settant’anni fa il grande Leo Longanesi fondava l’omonima casa editrice…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi