cerca

Bombe a Baghdad, le difficoltà di Hillary e i segreti di Allegri. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

11 Maggio 2016 alle 18:42

Bombe a Baghdad, le difficoltà di Hillary e i segreti di Allegri. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


Cuperlo e gli altri? Se ci fosse Togliatti sarebbero già in Siberia…”

 

Staino


 

 

Stato dell’Unione

 

L’Ue all’Italia: “Sul debito non ci siamo. Insufficienti le spiegazioni del Tesoro”. La Commissione chiede altri dati ma è favorevole alla flessibilità. Come dire, poteva andare peggio…

 

Il ritiro dell’Europa tra migranti, criteri contabili, populismi e rischio Brexit. Secondo Gideon Rachman “la crisi di Bruxelles è accelerata dal declino demografico e dell’anglosfera”.

 

Viaggio a Bruxelles, per capire com’è cambiata la capitale dell’Unione dopo gli attentati jihadisti.

 

Business Insider invece pubblica un’interessante mappa sui principali rischi che corrono le aziende europee, paese per paese.

 

 

Jihad quotidiana

 

Baghdad è stata colpita da tre attentati rivendicati dal gruppo Stato islamico. I morti sono 86 e i feriti centinaia. Tre autobombe sono state innescate da attentatori suicidi nella capitale irachena, una delle bombe ha colpito un mercato affollato nel quartiere sciita di Sadr city (via Internazionale).

 

La strana alleanza anti Isis tra curdi e milizie arabe nel nord dell’Iraq, raccontata dalla Reuters.

 

Occhio che il Kenya è in difficoltà e potrebbe chiudere il più grande campo profughi del mondo (per le autorità, il campo è usato come base dai terroristi di Al Shabaab.)

 

Sembra che il nuovo modo di arruolarsi tra le fila dell’Isis sia viaggiare in nave dall’Australia. Vice News spiega il perché…

 

 

Corsa alla Casa Bianca

 

La vittoria di Bernie Sanders in West Virginia serve solo a rallentare la conquista della nomination democratica da parte di Hillary Clinton, tenendo aperti due fronti fastidiosi (a sinistra e contro Trump).  

 

Il piano di una logorata Hillary per vincere nonostante il senso di noia che circonda la sua candidatura, secondo Time.

 

Gli ultimi sondaggi nazionali che danno Trump in grande recupero su Hillary (anche se manca molto a novembre) e una bella infografica del Washington Post che racconta come fin dai tempi di Truman, il partito all’opposizione, guadagna terreno, consensi e seggi al Congresso nei confronti di quello del presidente (Obama ovviamente non fa eccezione).  

 

Anche se, avverte Bloomberg, chiunque siederà alla Casa Bianca rischia di doversela vedere con la recessione economica.

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Il fondo del barile. Il primo petrolio iraniano arriva in Italia. Nonostante la fine delle sanzioni, l’economia di Teheran stenta ancora. E la riapertura all'occidente divide la classe politica sia in patria che a Washington.

La Repubblica dei Guardiani. Il procuratore Scarpinato ammette che la magistratura deve fare politica per combattere le diseguaglianze e spiega perché i giudici devono ritenersi superiori alla sovranità nazionale e alle istituzioni democratiche.

Samba triste. Che succede in Brasile se la presidente Dilma Rousseff (come sembra) viene sfiduciata (a pochi mesi dalle olimpiadi di Rio).  

Guerra dei mondi. Ovviamente quel che si vede in superficie è solo la punta dell’iceberg della guerra commerciale tra Usa e Cina. Interessante approfondimento dell’Ft. Mentre il colosso tech cinese Huawei si prepara alla “robot revolution”.

Che tempo che fa. Una fantastica gif interattiva sul riscaldamento globale dal 1850 a oggi.

Non è come sembra. Gli autisti di Uber a New York si stanno organizzando per contare di più. Ma non chiamatelo sindacato…

 

 

Mappa del giorno

 


La verità è che stiamo diventando paese di lavoratori part-time. Nel 2015 il picco (via Francesco Seghezzi)…

 


 

 

Argomenti di dibattito

Il ruolo dello stato. Politica industriale? Sono solo salvataggi o favori, Renzi lo sa. Dibattito intorno ad un’annosissima questione…

La costituzione si tocca. La Riforma non è perfetta, ma i suoi nemici hanno torto. Non esiste alcun progetto autoritario dietro il piano del governo: ci sono molti interessi che alimentano la coalizione del no, ma il punto è che in politica il buon senso è raro.

I conti senza l’oste. La domanda è: bellissima cosa questa Internet of Things. Ma chi paga?

Niente è come prima. In che modo le donne single stanno cambiando l’America, secondo l’Atlantic.

Fratelli coltelli. È ora di fare il punto della situazione sulle trasposizioni dei comics al cinema. Che ne dite?

 

 

Ossessioni

 

Più veloce della luce. Tutto quel che c’è da sapere sul test di propulsione dell’Hyperloop di Elon Musk, nel deserto intorno Las Vegas..

La vita è un debito. Guardate che la Danimarca non è quel paradiso in terra che si vuol fra credere.

Quasi amici. Perché i narcisisti (e anche gli psicopatici) cercano sempre di rimanere amici dei loro ex.

Casa dolce casa. Ci sono 28 milioni di persone che solo quest’anno sono state costrette a lasciare la loro casa e a cercare un altro posto in cui stare all’interno della loro patria, principalmente in Siria, Yemen, Iraq e Ucraina. Colpa di guerra e cataclismi naturali (via Masaraht).

 

 

Mettetevi comodi

 

Posto di confine. Storia di come la Turchia si sforza da sempre di controllare le proprie frontiere. Ne parla Foreign Affairs.

Ombre cinesi. Viaggio fotografico tra i lavoratori cinesi del ventunesimo secolo.

Vizi privati. Il Boston Globe ci porta dentro gli abusi sessuali compiuti sottotraccia in numerose scuole private del New England.

Piacere, Drake. Origini e ascesa del "rapper che faresti ascoltare a tua madre", che ha appena fatto uscire Views, il nuovo disco.

I segreti di Allegri. Per la rinascita della Juventus è stato fondamentale trarre insegnamento dai momenti di difficoltà…

 

 

Accadde oggi

 


Nel 1860 oggi, Giuseppe Garibaldi sbarcava con i Mille a Marsala…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi