cerca

Merkel e la censura di stato, il referendum No Triv e addio siesta. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

15 Aprile 2016 alle 18:46

Merkel e la censura di stato, il referendum No Triv e addio siesta. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


Edward Snowden ha fatto una canzone (e niente, alla fine l'ego li frega sempre)…”

 

Francesco Costa


 

 

Sabbie arabe

 

Duro editoriale del Nyt contro il “vergognoso silenzio” della Francia sul caso Regeni (alla vigilia dell’incontro, ricco di contratti e commesse, tra Hollande e Al Sisi).

 

Al Baghdadi? Sta mettendo in pratica il piano di Bin Laden. Il capo dell’Isis segue il programma per la conquista del mondo. Ora siamo al quinto stadio, entro il 2022 la vittoria del Califfato (così dice lui).

 

La verità è che l’offensiva dei ribelli siriani contro l’Isis sta scatenando l’ennesimo esodo di migranti al confine con la Turchia. In Afghanistan, invece, la Reuters segnala il gran ritorno di Al Qaeda (anche a danno dei Taliban).

 

 

Europa invertebrata

 

Brennero e non solo. Il premier Renzi ha spedito una lettera a Bruxelles con l’obiettivo di fermare i flussi migratori alla radice. Fra le ipotesi di finanziamento anche l’emissione di African-Ue Bonds.

 

Il problema è che la sacre sovranité francese intralcia la soluzione europea contro il terrorismo. Schengen, Dublino, intelligence unificate e Pnr. Su molti punti Parigi non intende arrivare a compromessi. Come la mettiamo?

 

Poi c’è il caso del comico tedesco che ha preso in giro Erdogan. Merkel lo darà in pasto a Erdogan. La cancelliera dà il via libera al procedimento. Un atto dovuto in base alla legge tedesca che, dice Merkel, andrà cambiata. Intanto, però…

 

 

Corsa alla Casa Bianca

 

Due vincitori (tra cui Sanders) e tre sconfitti (tra cui Hillary) del dibattito democratico di ieri sera.

 

I newyorkesi che votano Trump? Ci sono. Un giornalista del Washington Post ha fatto due chiacchiere con un po’ di suoi elettori sul traghetto che collega Manhattan con Staten Island, alla vigilia delle primarie di martedì (articolo tradotto in italiano da Il Post).

 

Il Nyt invece ha fatto un giochino molto carino: chi tra Trump, Hillary e Sanders è più newyorkese? Leggete in questa infografica com’è andata…

 

Domanda delle cento pistole: in mezzo a questo grande rimescolamento trumpiano, chi appartiene esattamente all’establishment repubblicano? Già, saperlo.

 

Trump e Sanders? Con il loro populismo si sentirebbero perfettamente a casa in Europa (probabilmente).

 

 

Il mondo oltre il Jihad

 

Invasione di campo. Google&co. negano di fare informazione. Ma l’algoritmo ormai è un editore. Un saggio di Herbst sullo scontro tra Ott (cioè Over the top) e media.

Samba triste. Com’è successo che il Brasile, portato da tutti in palmo di mano, sia crollato sotto i colpi della crisi economica e degli scandali (alla vigilia delle olimpiadi).

Manica Larga. Un po’ di cose da sapere sulla campagna referendaria sull’uscita della Gran Bretagna dall’Europa, inaugurata oggi. E i costi tremendi (economici e finanziari) stimati nel caso di Brexit di Londra.

Liberi tutti. Ricordate i titoli del 2012 sulla presunta "cricca" al ministero dell’Agricoltura e il caso Centurione? Dopo quattro anni di indagini e processi sono stati tutti assolti, "i fatti non sussistono"…

Il grande dittatore. La Corea del Nord ha tentato il test di un missile a media gittata, ma secondo Seul e Washington il lancio è fallito.

Il saldo di Panama. I cinque principali paesi europei si sono accordati per un giro di vite sui paradisi fiscali. Basterà?

Il fondo del barile. I calcoli di Bloomberg alla vigilia del vertice di Doha che dovrebbe definire un accordo di congelamento della produzione di greggio da parte dei grandi paesi produttori: 315 miliardi di petrodollari evaporati nel giro di un anno e mezzo causa crollo del barile…

Il futuro del lavoro. Tranquilli: la rivoluzione nell’automazione dovrebbe aver già distrutto la maggior parte dei vecchi posti di lavoro…

 

 

Personaggi

 

Adesso tutti dicono che il leader è Luigi Di Maio: “Mi sento come Superman.” Stile (freddo), rivalità (con Di Battista), correnti (in mezza Italia). Guida agile alle mosse dell'erede di Casaleggio.

 

Sappiate che tutto ciò che conoscevamo di questo pezzo grosso dell’Isis, per il Pentagono Haji Iman, era sbagliato…

 

 

Mappa del giorno

 


Consumi mediatici e generazioni a confronto (via Pier Luca Santoro)…

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Falsi miti. Ragioni per non sprecare energia andando dietro ai No Triv. Dalla truffa mediatico giudiziaria alle risorse da garantire per le future generazioni, dalla pericolosa ideologia anti industrialista alla Costituzione brandita contro gli astensionisti.

Fine di una stagione? Trump, Le Pen, Orban, Putin. Siamo alla morte del liberalismo, si chiede il Nyt?

Lawrence d’Arabia. A cent’anni dalla spartizione coloniale, i paesi del Medio Oriente necessitano di riscrivere i propri confini (Siria e non solo)? Se lo domanda Foreign Affairs.

Jihad quotidiana. Perché molti nigeriani si uniscono a Boko Haram nel bel servizio della BBC.

Nuove censure. La torbida storia della moderazione in Rete e di come sta influenzando il futuro della libertà di espressione…

 

 

Ossessioni

 

Arese, Italia. Una giornata al centro commerciale più grande d’Europa, appena inaugurato in pompa magna.

Cara vecchia pennica. Fermi tutti. Sembra che il premier spagnolo Rajoy voglia abolire la “siesta” per migliorare la produttività del paese.

Focolare domestico. Secondo una nuova ricerca essere sposati aiuta i malati di cancro a vivere più a lungo.

 

 

Mettetevi comodi

 

Nuova guerra fredda. Venticinque anni dopo al fine del bipolarismo nucleare, Washington è ancora preoccupata della forza (e abilità) militare russa. Un ottimo racconto di Politico.

Lettori forti. La storia di come Topolino è diventato Topolino by Giulio D’Antona.

Chilometro zero. Occhio che i ristoranti che promettono di servire esclusivamente materia prima locale quasi sempre mentono…

Tutti contro Curry. Presentazione delle otto serie dei playoff NBA, che da domani ci toglieranno il sonno.

 

 

Accadde oggi

 


Nel 1989 oggi cominciavano a Pechino le proteste di piazza Tienanmen…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi