cerca

La versione di Salah, quella egiziana su Regeni e Playboy in vendita. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

25 Marzo 2016 alle 18:46

La versione di Salah, quella egiziana su Regeni e Playboy in vendita. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

Se fossero stati cinque banditi a sequestrare Giulio Regeni, perché mai l'avrebbero torturato? E perché mai ne avrebbero conservato i documenti…?” #Egitto

Antonio Polito


 

 

Jihad quotidiana

 

Blitz della polizia, arrestato un uomo a Bruxelles: “Aveva dell’esplosivo”. Raffica di operazioni in Belgio, nella notte sette persone in manette. Un fermo anche a Parigi: “Volevano colpire ancora.” Diffusa la foto di un altro ricercato, un siriano 28enne. E Salah? Il terrorista catturato venerdì scorso dice che non conosceva i kamikaze del Bataclan, punta il dito sulla mente degli attentati “Abaaoud” e scarica il fratello: “Lui l’elemento centrale delle operazioni.”

 

L’Ft racconta da par suo com’è nato e cresciuto, in tre anni, il network terroristico che ha colpito a novembre Parigi e l’altro giorno Bruxelles. Storia della famigerata brigata Tareq bin Ziyad. Il Guardian invece analizza il piano dell’Isis per portare il caos nelle città europee (e i dati del Nyt confortano ahinoi questa tesi).

 

Perché l’intelligence europea non funziona? Il Belgio è messo malissimo – è considerato un "buco nero" dell’antiterrorismo – ma anche le altre agenzie europee si sono dimostrate incapaci di collaborare.

 

Che fare? Ecco lo specialista israeliano in aeroporti ha la ricetta per la sicurezza in Belgio. Troppo amore per la libertà e disprezzo per il controllo degli estremisti, così la politica ha reso Bruxelles inerme…

 

Intanto in Siria un blitz Usa avrebbe ucciso il numero due nella catena di comando dell’Isis. Haji Imam aveva sostituito Al-Baghdadi quando era ferito ed era considerato il capo delle finanze del califfato. Per la cronaca sta continuando anche la riconquista di Palmira da parte dell’esercito lealista di Assad: presa la cittadella.

 

Ah, sono stati liberati centinaia di ostaggi di Boko Haram. In un’operazione nello stato di Borno, nel nord della Nigeria, i soldati avrebbero liberato più di ottocento persone e ucciso 22 presunti jihadisti. I militari stanno anche esaminando un video, la cui autenticità è dubbia, in cui il leader del gruppo Abubakar Shekau chiede ai suoi seguaci di rinunciare alla violenza (via Internazionale).

 

Per non farci mancare nulla, ecco la cartografia del terrore: l’animazione con tutti gli attentati nel mondo dal 1970 a oggi (circa 140mila).

 

 

Il mondo oltre Bruxelles

 

Verità di comodo. L’Egitto sostiene di aver identificato i responsabili della morte di Giulio Regeni. Il ministro dell’interno egiziano ha confermato che la polizia ha ucciso cinque componenti di un gruppo criminale, che sarebbe responsabile della morte del giovane ricercatore. Le autorità italiane hanno avanzato dei dubbi sulla nuova versione del governo egiziano.

Corsa alla Casa Bianca. Sarebbe bello farlo anche in Italia. Vox ha calcolato quanto impatta su ogni singolo americano il piano tasse di ogni candidato presidenziale. E poi, siccome tutto si tiene, la fortezza America di Trump per sconfiggere il “casino totale” di Bruxelles. Più muri, meno Nato. Indagine su un revival isolazionista che attinge nel fondo della coscienza americana.

Che tempo che fa. La verità? Il solare è un business rinnovabile in grande boom ma ancora non sta generando abbastanza energia. La transizione, insomma, ha bisogno di tempo.

Il fondo del barile. Il barile basso sta producendo importanti cambiamenti sociali in Arabia Saudita.

La Cina è vicina. Industria dei chip e semi conduttori. Adesso la Cina ha deciso di scommettere pesante. Ne parla il Wsj. Il mercato non sarà più come prima.

Miti in (s)vendita. Fermi tutti. La mitica rivista Playboy (cioè la casa editrice che lo pubblica) è in vendita per 500 milioni di dollari.

 

 

Personaggi

 

Lo stato dei rapporti tra Putin e Assad alla luce del risiko siriano e dei rapporti con le altre potenze in campo.

 

La grammatica di Michele Emiliano, pm trapezista un po’ Chávez e un po’ Totò #NoTriv

 

Dall’ormai classico Blame! all'ultimo Knights of Sidonia, ritratto di Tsutomu Nihei, uno dei più importanti e originali mangaka degli ultimi vent'anni.

 

 

Mappa del giorno


 

Se guardiamo i dati, le religioni nel mondo sono un po’ più affare di donne che di uomini…

 


 

 

 

 

Argomenti di dibattito

 

Conosci il nemico. Quando il Belgio si vantava di aver integrato l’islam meglio della Francia. Cosa rimane (pochino) del tanto strombazzato documento “Modern islam in Belgium”. E perché, sotto sotto, continuiamo a non capire l’Isis.

The Donald. Dopo decenni di caudilli, il Sudamerica sembra dire agli Usa alle prese con il fenomeno Trump, benvenuti nel club. Andrà davvero così?

Ombre cinesi. Il costo (salato) delle riforme e il ridimensionamento dello stato imprenditore in Cina, secondo Foreign Affairs.

Amico robot? L’era dei robot e la fine del lavoro. Un bene o un male per l’umanità? Ne scrive Fabio Chiusi.

Grande mela. Apple ha già dato tutto? Non sviluppa prodotti davvero innovativi da anni: rischia di fare la fine di IBM e Microsoft, come sostiene un esperto americano sul Washington Post (articolo tradotto in italiano da Il Post)?

 

 

Ossessioni

 

Dubbi amletici. Ma non è che le auto che si guidano da sole violeranno la nostra privacy, vero? Se lo chiede l’Atlantic (articolo tradotto in italiano da Internazionale)

La mano della legge. La storia incredibile di un signore finito in manette per non aver riconsegnato un VHS noleggiato 14 anni fa…

Running time. Dicono che cominciare a correre ti cambia la vita. Dicono.

 

 

Mettetevi comodi

 

Dolce vita. La vita notturna di Belgrado (davvero tanta roba) negli anni Ottanta, prima che la Jugoslavia implodesse.

L’apparenza inganna. Come la piccola e dimenticata Gibuti è diventata, negli anni, uno dei principali hub del Grande Gioco mondiale, in un ottimo racconto di Bloomberg.

Pigmalioni. In che modo Jeff Bezos ha influenzato la trasformazione del Washington Post, da quando l’ha comprato quasi tre anni fa.

Davide & Golia. La storia incredibile di come la Nike si è fatta soffiare dal marchio Under Armour la sponsorizzazione del genietto del basket Stephen Curry.

 

 

Accadde oggi


 

Cinquantanove anni fa oggi, a Roma, veniva firmato il trattato istitutivo del Mercato comune europeo. Ne fanno parte Italia, Francia, Germania Ovest, Belgio Paesi Bassi e Lussemburgo. Sembra preistoria…

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi