cerca

Assad a Mosca, la rinuncia di Biden e la Ferrari a Wall Street. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

21 Ottobre 2015 alle 18:53

Assad a Mosca, la rinuncia di Biden e la Ferrari a Wall Street. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 


Sciopero dei feudatari dopo la conferma dell’Imu sui castelli come prima casa. Invase le corti…”   

 

Thomas Manfredi


 

 

Sabbie arabe

 

Vertice a sorpresa al Cremlino fra Bashar Assad e Vladimir Putin su transizione politica e possibile escalation militare in Siria (qui il video della Reuters). Il vertice arriva a valle dell’accordo Usa-Russia sulla regolamentazione dei propri voli aerei sui cieli siriani.

 

L’ipotesi di un coinvolgimento di Assad nella transizione verso i futuri assetti politici avrebbe intanto ottenuto il consenso della Turchia.

 

Dati e obiettivi. Perché a Putin la guerra non sta andando troppo bene. In tre settimane soltanto il 10% delle missioni contro lo Stato islamico. E a terra l’offensiva va a rilento.

 

Beirut-Raqqa, il bus per il Califfato. Ogni due giorni parte dalla stazione libanese diretto nella capitale dell’Isis. Il biglietto costa 50 dollari, il viaggio dura 20 ore perché il percorso è interrotto da posti di blocco. A bordo quasi tutti lavoratori siriani che tornano in patria per visitare le famiglie. Lo racconta Maurizio Molinari.

 

Per la cronaca, la guida suprema iraniana, ayatollah Khamenei, ha dato il via libera all’accordo sul nucleare con le potenze occidentali.

 

  

Se ne parla oggi

 

Un cinese a Londra. Prove di nuova partnership tra UK e Pechino all’ombra della visita del presidente Xi Jinping; il triangolo nucleare sino-franco-inglese e poi il viaggio Oltre Manica del leader cinese immortalato dalla satira britannica.

Scudo fiscale. Per l’Unione europea i vantaggi fiscali ottenuti da Fiat e Starbucks sono illegali. La commissaria europea alla concorrenza Margrethe Vestager ha detto di considerare illegittimi gli accordi che i Paesi Bassi e il Lussemburgo hanno concesso alle due società. I due governi dovranno quindi recuperare le tasse non versate.

Un cavallino a Wall Street. Ferrari boom in borsa nel suo debutto sul listino di New York. E poi la storia di Maranello riassunta da Bloomberg in un minuto.

Corsa alla Casa Bianca. Per il Washington Post è arrivato il momento di ammettere che Donald Trump è vicino alla nomination repubblicana. Su sponda democratica invece l’attuale vicepresidente Joe Biden ha annunciato che non si candiderà alle primarie. “Penso che il tempo sia scaduto per mettere in piedi una campagna vincente…”.

Non andremo più in banca. Credit Suisse annuncia un aumento di capitale da 5,6 miliardi di euro e tagli di spesa per 3,2. A rischio 1.600 posti di lavoro. La caduta degli Dei.

Patto Transatlantico. Il TTIP ha il sostegno dell’opinione pubblica europea. Germania esclusa. Una lettura geopolitica dei consensi e delle opposizioni all’accordo di libero scambio tra Stati Uniti e Unione europea. L’analisi dell’Atlantic Council.

 

 

Personaggi

 

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che non fu Hitler a volere l’olocausto. Fu convinto in realtà dal Muftì di Gerusalemme, Haj Amin Al-Husseini...

 

La misteriosa morte di Jacky Sutton. Un’ex giornalista della Bbc è stata trovata morta in un bagno dell’aeroporto di Istanbul: la stampa turca parla di suicidio, ma molti credono che sia stata uccisa (via Il Post).

 

Ma Papa Francesco è davvero più malato di quel che si sa in giro?

 

Il premio Nobel Svetlana Alexievich, la custode della memoria russa, nel ritratto del New Yorker.

 

 

Mappa del giorno

 


L’India produce ogni anno le stesse emissioni di Co2 (pro capite) della Cina nel 1980 (sic!)

 


 

                                                                                                     

Argomenti di dibattito

 

Ritorno al futuro. Trent’anni dopo le avventure di Doc Brown e Marty McFly, quali tecnologie immaginate nella saga di Robert Zemeckis, si sono effettivamente realizzate nel 2015?    

Iniezioni monetarie. Mario Draghi, l’idea di un’altra mossa espansiva e i tanti ostacoli fattuali e ideologici.

Circo Massimo. Il conto che Marino deve pagare non sono gli scontrini. Caro Orfini, parlate di politica e sfiduciate il sindaco di Roma nel luogo giusto, all’Assemblea capitolina.

O la cultura o la moda. A margine dell’ennesima polemica sulla “modella anoressica”, giro di voci sul perché mondo della cultura e moda fanno fatica a capirsi.

Generazione touch. Tranquille mamme, i tablet non fanno male ai bambini piccoli. Parola di pediatri (americani).

 

 

Cose da sapere

 

La Cina è vicina. Lo sbarco del colosso e-commerce Alibaba in Italia (e in Europa) sembrerebbe davvero in grande stile.

Petro-monarchie. Secondo il Fondo Monetario i sauditi rischiano di prosciugare i propri asset finanziari nel giro di cinque anni. La notizia della “morte” degli sceicchi è fortemente esagerata (e prematura), ribatte Foreign Policy.

Intelligenza artificiale. Il ruolo di High Frequency Trading e dei software non può più essere trascurato nella finanza. Quando poi BlackRock e Google si mettono insieme…

Insalata russa. In che modo le sanzioni occidentali e il patriottismo di ritorno stanno trasformando la ristorazione a Mosca. Interessante.

 

 

Ossessioni

 

Lingua morta? Eppure ci sono posti in Italia dove l’interesse verso il latino è in pieno revival. Lo racconta Politico Europe.

Ricorda che sei vecchio. La verità è che in Silicon Valley il “diversity gap” non è solo razziale o di genere; i pregiudizi anagrafici sono diffusi e sottostimati.

Dietro la lavagna. La parabola triste di Cepu verso il fallimento. Neppure la scuola-facile è un buon business.

Gli antenati. Ascesa (rapida) e declino (mesto) del mitico Blackberry. Ricordate?   

 

 

Mettetevi comodi

 

Il grande esodo. Un grandioso reportage dall’Eritrea del Wsj su come la dittatura e la povertà nel piccolo e flagellato paese africano stanno alimentando il flusso di disperati che scappano verso l’Europa.

L’auto del popolo. Ma gli ingegneri top di Volkswagen potevano davvero non sapere del #dieselgate? L’inchiesta di Bloomberg.

Dietro le sbarre. Il viaggio di Vice news nelle prigioni brasiliane, letteralmente controllate dalle gang criminali.

Svizzeritudine. Chi sono veramente gli svizzeri? E qual è il loro rapporto col potere? Spunti, riflessioni e inevitabili luoghi comuni a margine di un libro sull'alta velocità elvetica (e a pochi giorni dalle elezioni vinte dalla destra).

Quale campionato. Cosa ci ha detto la Serie A in otto giornate, chi può vincerla e chi no: chiacchierata sulle squadre che più ci hanno esaltato, deluso, sorpreso.

 

 

C’era una volta

 


Settantacinque anni fa oggi veniva pubblicato uno dei più celebri romanzi di Ernest Hemingway: Per chi suona la campana…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi