cerca

Il petrolio dell'Isis, il budget rischioso di Renzi e gli azzurri di Conte. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

16 Ottobre 2015 alle 19:06

Il petrolio dell'Isis, il budget rischioso di Renzi e gli azzurri di Conte. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

Ma che servono le gite scolastiche…?”

Antonio Polito


 

 

Sabbie arabe

 

Perché Obama ha deciso di lasciare le truppe Usa in Afghanistan (guardate la mappa) e perché il presidente sta perdendo in Iraq (non crede alla sua stessa strategia contro lo Stato islamico).

 

La coalizione pro Assad. Quanto si sente forte l’Iran, tra basi di missili e truppe fresche in Siria mentre Teheran si appresta a diventare un hub energetico regionale.

 

La morte lenta di Damasco è un bel dispaccio di Foreign Policy sullo svuotamento/depauperamento della capitale siriana. Pazzesco!

 

Il gruppo Stato islamico e la sua compagnia del petrolio è invece la traduzione in italiano (via Internazionale) della bellissima inchiesta del Financial Times “Isis Inc”.

 

Ah, non contento Vladimir Putin invoca il coinvolgimento delle ex Repubbliche sovietiche sullo scacchiere siriano.

 

Centinaia di giovani palestinesi nella notte hanno incendiato la Tomba di Giuseppe a Nablus, in Cisgiordania, mentre Hamas chiama i palestinesi a un “Giorno di rabbia” contro Israele.

 

  

Se ne parla oggi

 

L’auto del popolo. Era prevedibile: dopo il #dieselgate Volkswagen sta perdendo quote di mercato in Europa. Anche per questo ha deciso di assumere una super manager per la “compliance” (arriva da Daimler). Bastera?

Catena globale. La grande guerra tra fornitori e componentisti dei nostri iPhone (c’è molta Asia nel mirino).

Big Oil. I Ceo delle principali major petrolifere del mondo hanno fatto una dichiarazione comune a sostegno dell’accordo sul clima in vista della conferenza di Parigi. Nel frattempo l’Atlantic ha pubblicato una serie di foto comparative che mostrano la ritirata, nell’arco di trent’anni, di uno dei principali ghiacciai svizzeri.

Le fatiche del rottamatore. In che senso Renzi è un osservato speciale in Germania, tra legge di Stabilità, deficit, riforme e rifugiati. E poi la scommessa rischiosa del premier italiano (parliamo di budget), analizzata nella video intervista dell’Ft a Lorenzo Codogno.

Il grande esodo. Il Consiglio europeo riunito a Bruxelles ha deciso di sottoporre ad Ankara un accordo per la creazione di nuovi campi profughi. In cambio, l’Unione europea farebbe alcune concessioni alla Turchia, come la liberalizzazione dei visti e l’accelerazione dell’iter di adesione (via Internazionale). Piccole istantanee di una tragedia immane: l’Ungheria torna a chiudere i confini con la Croazia e Dismland (ricordate il parco di Banksy?) diventa un rifugio per migranti.

 

 

Personaggi

 

Svedese, 25enne, patito di videogames. Chi è Felix Kjellberg – in arte PewDiePie – lo youtuber più ricco del mondo secondo Forbes.

 

Ritorno al business. Che farà Michael Bloomberg da grande? Dovrà sistemare la sua azienda (ne ha bisogno)…

 

C’è un uomo piuttosto importante, in Nigeria, che sembra fare sul serio contro la corruzione. Speriamo…

 

 

Mappa del giorno


 

L’Africa è molto più grande di quel che sembrerebbe a prima vista. Anche le normali cartine geografiche la penalizzano (via The Economist)

 


 

                                                                                                     

Argomenti di dibattito

 

Le vite degli altri. Perché gli Usa hanno preso una china pericolosa, inaugurando la stagione delle guerre per procura.

La festa è finita? Occhio perchè sembrano sgonfiarsi le mega valutazioni delle startup di Silicon Valley che si quotano in borsa.

C’è un nuovo Snowden? Il sito "The Intercept" ha pubblicato documenti riservati trafugati da una persona che lavora nel governo americano (ne abbiamo parlato ieri): riguardano gli attacchi coi droni dell’amministrazione Obama.

L’industria dell’amore digitale. Gli smartphone hanno cambiato completamente il nostro modo di vivere le relazioni. Karley Sciortino investiga come e perché le app sono diventate fondamentali nella nostra ricerca di sesso occasionale, amore vero e tutto quello che c'è nel mezzo.

Pronti per gli Europei? L’Italia di Conte continua la ricerca dell’abito tattico definitivo ma intanto si qualifica agli Europei da prima in classifica, mostrando gioco e convinzione.

 

 

Cose da sapere

 

Cashless. La Svezia sta diventando il primo paese praticamente senza contanti che girano al mondo. Potenza delle transazioni elettroniche.

Nel Continente nero. I tanzanesi d’ora in poi potranno ricevere i certificati di nascita direttamente sullo Smartphone, evitando lunghi e faticosi viaggi all’anagrafe. L’Africa che non ti aspetti.

Furbetti del quartierino. La banca d’affari Goldman Sachs ha rivelato di aver licenziato 20 analisti per aver barato su alcuni test di training interno.

Che Fifa. Le rivelazioni dello Spiegel: la Germania comprò i voti per organizzare i mondiali di calcio 2006 (quelli che ha vinto l’Italia).

 

 

Ossessioni

 

Orologi a cucù. Un fotografo ha cercato di catturare lo spirito autentico della Svizzera, cosa non facile.

Misteri galattici. Tutto quello che non sappiamo sull’ultima rivoluzionaria scoperta della Nasa.

Cornuti & mazziati. La pia illusione degli europei che pensavano, comprando auto diesel, di combattere l’inquinamento.

 

 

Mettetevi comodi

 

Il futuro dei film. Fast Company racconta il dietro le quinte di “Beasts of No Nation”, la grande (costosa) scommessa di Netflix in uscita in queste ore.

Corsa alla Casa Bianca. L’altra primaria in vista del 2016, quella della raccolta soldi tra democratici e repubblicani (forse la più importante).

Salute mentale. Nell’ospedale italiano che cura i migranti affetti da DPTS (Disturbo post traumatico da stress).

Aggiungi un posto a tavola. No, non è così male come pensi: una settimana nella mensa scolastica di tuo figlio.

La costruzione di un brand. Tutto su James Harden, il fenomenale giocatore degli Houston Rockets che ha appena firmato un contratto faraonico di sponsorship con Adidas.

 

 

C’era una volta


 

È morto Ken Taylor, l’ambasciatore canadese che nascose gli americani a Teheran nel 1979. Ricordate il film Argo…?



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi