cerca

Germania contro Germania, guerra fredda in Siria e Paul Pogba. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

7 Settembre 2015 alle 19:03

Germania contro Germania, guerra fredda in Siria e Paul Pogba. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


E chi l'avrebbe mai detto che Monaco di Baviera sarebbe diventata la nuova land of free d’Europa…”

 

Antonio Polito


 

 

Il grande esodo

 

La Germania sblocca sei miliardi di euro per l’accoglienza dei profughi mentre la cancelliera Merkel fa la voce grossa con i paesi vicini del Centro Europa (che potrebbero perdere investimenti e i benefici di un mercato aperto).

 

La Commissione europea sta intanto mettendo a punto un piano per la redistribuzione di 120mila richiedenti asilo, che andranno ad aggiungersi ai 40mila da risistemare in base alla strategia presentata in maggio. Più di 70mila saranno destinati a Germania e Francia (via Internazionale).

 

C’è un specie di “ostaggio” in questa lunga e complicata emergenza migratoria europea e si chiama David Cameron, scrive il Wsj. Ecco perché e cosa rischia il premier inglese.

 

“Il traffico di esseri umani attraverso l’Europa scorre così, fra qualche controllo e molti non detti…”. Un ottimo reportage di Quit The Doner sul treno dei migranti verso la Germania.

 

Ah, una bella analisi di Bloomberg spiega bene perché i rifugiati siriani si sentano maggiormente benvenuti in Europa che negli altri paesi arabi. Da leggere (anche per smorzare i nostri eccessivi sensi di colpa). Mentre il Washington Post racconta che dopo i siriani arriveranno gli iracheni, convinti che il proprio paese sia ormai spacciato. Siete pronti?

 

 

Sabbie arabe

 

Il Nyt spiega in che modo il Pentagono ha intenzione di dare una mano ai ribelli siriani nella lotta contro Isis (che sia la volta buona?). Anche la Francia ha deciso di lanciare voli di ricognizione per bombardare il gruppo Stato islamico in Siria.

 

Occhio perché la Russia sta costruendo nel paese una base militare per dare supporto logistico al regime traballante di Assad. Strategia e obbiettivi del Cremlino mentre Washington chiede alla Grecia di negare il proprio spazio aereo all’aviazione russa (per le operazioni sulla Siria). L’affare s’ingrossa!

 

 

Se ne parla oggi

 

Ombre cinesi. Le riserve valutarie di Pechino ad agosto sono calate di 93,3 miliardi di dollari, pari al 2,6% del totale. Prevedibile fino ad un certo punto. E poi. E’ davvero immaginabile (e possibile) un’economia cinese depurata della corruzione endemica?

Il grande gioco dell’auto. In che modo lo spin-off Ferrari potrebbe ritardare il piano di fusione tra Fca e Gm fortemente voluto da Sergio Marchionne.

Nel continente nero. I primi cento giorni di Buhari. Cosa pensano davvero i nigeriani del loro nuovo presidente, tra lotta alla corruzione, petrolio, riforme e Boko Haram.

 

 

Personaggi

 

Filo rosso. George Packer sulla retorica populista che negli Usa sembra unire Donald Trump (a destra) e Bernie Sanders (a sinistra).

 

Il miliardario egiziano Sawiris spiega come i privati possono aiutare i governi a togliere le castagne dal fuoco sull'immigrazione. “Ospiterò tutte queste persone e darò loro rifugio temporaneo, e cibo. Poi inizierò a costruire scuole, ospedali e chi verrà potrà ottenere un lavoro.”

 

 

Mappa del giorno


Il consumo di tv on line nell’ultimo triennio (per fasce d’età). Cresce, cresce…

 


 

                                                                                                     

Argomenti di dibattito

 

La politica bestiale. Insultare stanca, e rende poco. Perché non si può lasciar correre l'infortunio lessicale di Renzi (c’entra Salvini).

Un paese allo specchio. Dice lo Spiegel che l’ondata di migranti sta portando a galla contemporaneamente il profilo migliore della Germania, aperto e solidale, e il suo “dark side” xenofobo. Quale dei due vincerà? Bella domanda…

Amico Ayatollah. Ma poi, al netto di propaganda e veti incrociati, come stanno evolvendo (se stanno evolvendo) le relazioni Usa-Iran dopo l’accordo sul nucleare?

Ossessione multitasking. Come la vita moderna ci impone di fare più cose insieme. Ne siamo davvero capaci? E, soprattutto, dovremmo farlo? Un’interessante analisi dell’Ft Magazine.

(Non) siamo fatti così. Si sente dire spesso, specie da chi difende i diritti gay, che le persone “nascono gay”. Ma perché sentiamo il bisogno di tirare in ballo il determinismo genetico per parlare di diritti? (via Rivista Studio)

 

 

Cose da sapere

 

Missing. La questione degli studenti scomparsi in Messico si complica di nuovo. Una commissione indipendente ha pubblicato un rapporto che nega la versione che sembrava aver chiarito cosa successe un anno fa.

La grande erosione. Ogni ora, in Louisiana, scompare l'equivalente di un campo da calcio. Vice News è andata sul posto per vedere cosa si può fare per sistemare le cose mentre la situazione peggiora velocemente.​

Mandate il curriculum. Apple sta potenziando il proprio team e incrementando il programma di Intelligenza artificiale, assumendo giovani neo dottorati e ben scolarizzati. Se volete provarci…

 

 

Ossessioni

 

L’impero colpisce ancora. Dietro le quinte di Star Wars: Uprising a pochi giorni dalla release dell’attesissimo videogame.

Sette vite. Occhio che la cara vecchia Polaroid sta tornando più forte di prima.

Dilemmi antichi. Per molti bambini i compiti a casa sarebbero più un danno che un aiuto all’apprendimento. Qualche studio e un po’ di dati.

 

 

Mettetevi comodi

 

Il sogno di Icaro. La storia dell’aviazione in una bellissima timeline interattiva, dal 1903 ai giorni nostri.

Saremo alleati? Cosa vuol dire essere scienziati in Iran, tra ricerca, censure e sanzioni. Un ottimo racconto di Science.

L’ultima fabbrica. La National Audio Company è una delle ultime fabbriche di audiocassette negli Stati Uniti. L’anno scorso ha avuto il suo anno migliore di sempre, vendendone più di 10 milioni, il 20% del 2013. Paradossale, no?

Eclissi Wachowski. Dai successi di Matrix a una serie di clamorosi flop artistici e commerciali. Cosa è successo ai due fratelli un tempo più richiesti di Hollywood?

La prevalenza del talento. Secondo “These Football Times” Paul Pogba è il prototipo perfetto del giocatore a “tutto campo” del ventunesimo secolo (anche se quest’anno lo sta dimostrando pochino)…

 

 

C’era una volta


Sessant’anni fa oggi i disordini di Istanbul, un pogrom organizzato contro la comunità greca con incendi, uccisioni e stupri. Giusto per non dimenticare in questi tempi grami…

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi