cerca

Grecia ai calci di rigore, i terroristi bianchi e il Cepu. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

24 Giugno 2015 alle 19:05

Grecia ai calci di rigore, i terroristi bianchi e il Cepu. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 

“Ora Tsipras scopre come svegliare la tigre populista sia facile, cavalcarla no come dimostra la rivolta in Syriza…”

 

Gianni Riotta

 

 

Melodrachma

 

Tensioni sui mercati e trattativa in stallo all’inizio dell’Eurogruppo straordinario che dovrebbe sciogliere gli ultimi nodi sulla Grecia. Il capo del governo greco Tsipras accusa i creditori di non voler accettare le proposte di Atene e punta il dito contro la rigidità di alcune istituzioni finanziarie, a cominciare dal Fondo monetario internazionale. La bozza di proposta greca e le correzioni richieste: ossia più Iva, maggiori tagli alle pensioni e alla Difesa e meno tasse alle imprese. 

 

Il premier di Atene ovviamente si trova stretto tra l’incudine e il martello: da un parte il pressing dell’eurozona e dei partner internazionali, dall’altra la rivolta dell’ala sinistra del suo partito che lo accusa di svendere il paese. Non a caso a Bruxelles si cercano voti tra i pro europei greci per compensare defezioni dentro Syriza. Il commissario Moscovici ha incontrato il leader di To Potami Theodorakis. Voterà un accordo in caso di defezioni dentro il partito del premier? Avrebbe risposto “sì”, racconta David Carretta.

 

Tsipras, abbiamo un (altro) problema. L’accordo, ok, ma la crescita? Un po’ di dubbi di economisti sul braccio di ferro in corso tra Atene e creditori internazionali (e sulla sostenibilità greca).

 

Alcuni bei ritratti di persone greche alle prese con la crisi: piegarsi ma non spezzarsi. Sulle spiagge dei ricchi invece nulla è cambiato: mare, lusso e champagne. “La crisi? Pagano gli altri.” Lo racconta Niccolò Zancan.

 

A proposito, un ripasso non guasta mai. Come funziona il metodo Merkel: i debiti si pagano. Meno welfare e meno tasse e un nuovo hard power. 

  

 

Se ne parla oggi

 

I volti del terrorismo. Sorpresa! A partire dagli attentati alle torri gemelle dell’11 settembre 2001, hanno ucciso più americani gli estremisti non jihadisti che gli integralisti islamici. Lo rivela un nuovo report curato dalla New America Foundation. Perchè, si chiede Vice, così tante stragi di massa sono compiute da giovani maschi bianchi (Charleston è solo l’ultimo tragico episodio)? 

Il grande esodo. La questione dei migranti offre allo Spiegel lo spunto per un viaggio nei meandri di Bruxelles. Ne viene fuori un interessante resoconto su come non funziona l’Europa dei burocrati e degli stati nazionali; e la previsione che al Consiglio europeo di domani e venerdì, probabilmente, non succederà nulla di davvero significativo.

Saremo alleati? Il Nyt raccoglie tutti i dubbi e le (mezze) retromarce della guida suprema iraniana Khamenei a una settimana dalla deadline per l’accordo sul nucleare. fronda tattica o strategica? A proposito: senza una vera intesa tra sauditi e Teheran non ci sarà pace nel Golfo, dice Lucio Caracciolo.

La guerra dello streaming. Perché l’attuale modello di business di Spotify non è sostenibile dal punto di vista commerciale.

Proposta indecente. Il Qatar dopo lo scandalo Fifa sull’assegnazione dei mondiali nel 2022, sta cambiando bersaglio sportivo puntando direttamente al grande “circus” della Formula Uno.

Sabbie arabe. I jihadisti egiziani di Ansar Bayt al-Maqdis avevano un’agenda prettamente locale. Il loro giuramento di fedeltà ad al-Baghdadi costringe il Cairo a riflettere sugli esiti non incoraggianti della sua guerra al terrorismo. Come rimediare prima che sia troppo tardi. Nel frattempo l’ex direttore dell’intelligence militare israeliana spiega quanto fidarsi di Assad (poco) e se nasconde ancora armi chimiche (sì). 

 

 

Mappa del giorno

 

In & out. Il giro del fumo del petrolio, paese per paese nel mondo

 

 

 

Italy in a day

 

Sentenze in(Consulte). Per la Corte Costituzionale è illegittimo il blocco del contratto nel pubblico impiego, ma non per il passato. Scongiurato il rischio di un esborso da 35 miliardi di euro per le casse dello Stato (ne serviranno “solo” 3-4). 

Come si cambia. Stefano Fassina lascia il Pd. Qualche anno fa diede all’Ft questa intervista di cui si parlò molto…

Domani Cav. Le nozze forzaleghiste e il rischio di un Berlusconi ancillare. Perché la liaison con Salvini può trasformarlo in un Fini di rincalzo.

Studiare è facile. Cadono le ultime certezze: il mitico Cepu in crisi ha chiesto il concordato preventivo!

 

 

Argomenti di dibattito

 

Senza lavoro. Da secoli molti esperti profetizzano che le macchine avrebbero sostituito il lavoro (specie quello obsoleto).  Quel tempo sembra arrivato. È una buona cosa, si domanda l’Atlantic?

Corsa alla Casa Bianca. La destra religiosa Usa alla conquista del glorioso partito repubblicano. Se ne vedranno delle belle, tanto più dopo fattacci come la strage di Charleston. E poi un po’ di chart sulla percezione nel mondo del presidente uscente, Obama, giunto al crepuscolo del suo doppio mandato.

Dietro la lavagna. Perché il Fondo monetario è così severo con la Grecia? Se lo è chiesto Politico Europe.

Spie come noi. Liberation, in collaborazione con Mediapart, ha pubblicato una serie di documenti di WikiLeaks secondo cui gli ultimi tre presidenti francesi sono stati spiati dalla NSA, l'agenzia della sicurezza statunitense. Perché è fondamentalmente ipocrita il teatrino mediatico per le spiate su Hollande (anche se il culto planetario di Edward Snowden sta decisamente guadagnando terreno).

Non per beneficienza. Quartz racconta in che modo la cultura della sostenibilità stia diventando strategica anche per il business di colossi del lusso come Kering.

 

  

Cose da sapere

 

Soft power. Gli Stati Uniti godono ancora di maggior popolarità nel mondo rispetto alla Cina, tranne che in Medio Oriente. Un po’ di dati interessanti raccolti dal Pew Research e come fare a “salvare” le complicate relazioni Washington-Pechino secondo il New Yorker.

Buco nero. Dieci corpi sono stati esumati da sette fosse comuni scoperte alla periferia della città turistica di Acapulco, in Messico. Il procuratore dello Stato di Guerrero, Miguel Ángel Godímez, ha confermato che le autorità hanno estratto i cadaveri di sette uomini e di tre donne nelle fosse individuate grazie a una soffiata anonima nel villaggio olimpico della città. Scoperte di questo genere sono continue e quasi quotidiane in Messico, dilaniato dagli scontri tra i cartelli del narcotraffico (via Internazionale).

Il mondo, domani. I sei cambiamenti che rivoluzioneranno il mercato dell’energia nei prossimi 25 anni, messi insieme da Bloomberg.

 

 

Ossessioni 

 

Sempre più in alto. Sapete come si smonta il cantiere più alto d'Europa? No? Allora guardate qui, davvero mozzafiato.

Come si dice satira in arabo? In Arabia Saudita ha molto successo una serie tv che propone una parodia dello Stato islamico. Il suo protagonista è già stato minacciato di morte. Ma c'è anche una parte notevole del pubblico arabo che lo sostiene.

Basta Skinny. Dopo che una donna è rimasta intrappolata nei suoi pantaloni troppo aderenti e ha dovuto passare quattro giorni in ospedale per recuperare l'uso delle gambe, la medicina ha deciso di muovere una crociata contro i vostri jeans preferiti…

  

 

Mettetevi comodi

 

Operazione backup. Politico Magazine racconta il possibile piano B della Casa Bianca nel caso l’accordo sul nucleare iraniano dovesse naufragare all’ultimo metro (c’entra una cosa chiamata MOP).

L’uomo che dorme nel letto di Hitler. Kevin Wheatcroft ha raccolto nella sua vita la più grande collezione di cimeli nazisti. Cosa si nasconde dietro questa ossessione nel vibrante long read del Guardian.

Birrai rockstar. La birra artigianale sta vivendo il suo momento d'oro. Per capire le ragioni della crescita vertiginosa del settore, Studio ha incontrato qualche mastro birraio.

Stelle o vittime? Da Hulk Hogan a Kim Kardashian a Paris Hilton. Slate ricostruisce ascesa e declino dei videohard dei super vip.

Calcio in giallo. Odori, tifo, passioni. Cosa significa un derby calcistico in Cina e cosa rivela del futuro di questo sport nel paese più popoloso del mondo. 

 

 

C’era una volta

 

Centocinque anni fa oggi nasceva a Milano l’Anonima Lombarda Fabbrica Automobili conosciuta in tutto il mondo con il nome di Alfa Romeo. In occasione dell’anniversario ecco la nuova Giulia e le speranze di rilancio globale del marchio Fca

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi