cerca

Grecia alla deriva, l'enciclica del Papa e una vita da pokerista. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

16 Giugno 2015 alle 19:03

Grecia alla deriva, l'enciclica del Papa e una vita da pokerista. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

“Roboanti dichiarazioni di Tsipras ("Fmi ha responsabilità criminale") e paciose parole di Merkel ("Mi dedico a far sì che GR resti in euro”)…”

Federico Garimberti


 

 

Melodrachma 

 

Il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung scrive che l’Europa sta preparando la chiusura delle banche greche e il controllo dei capitali. Mario Draghi rischia di essere l’uomo che sancirà il fallimento. 

 

Andrà davvero così? La previsione dei manager di fondi oggi è: 43% accordo; 42% default ma non grexit; 15% grexit (via Intermarketblog).

 

Abbandonare Atene al suo destino non è politicamente serio, spiega sull’Ft Tony Barber, analizzando l’impatto geopolitico di una Grexit.

 

Quanto alle conseguenze finanziarie, se la Grecia non ripaga la prossima tranche di rimborsi all’Fmi si prospetta uno scenario catastrofico, calcola Marcello Esposito. Perché il Fondo ha lo status di creditore privilegiato e dichiarare default nei suoi confronti significa farlo anche verso tutti gli altri creditori, dalla Bce ai privati.

 

Infine il grafico che fa capire perché, rispetto al 2010, Francia e Germania hanno meno paura (potenzialmente) di un default greco.

 

 

Se ne parla oggi

 

Il grande esodo. Perché non conviene fare gli "Tsipras dell'immigrazione”. Il vertice dei ministri dell’Interno Ue sta discutendo la proposta Juncker sui richiedenti asilo (mentre la polizia ha sgomberato i migranti bloccati a Ventimiglia): Germania, Francia e Austria vogliono inchiodare Italia e Grecia alle loro responsabilità. Ecco cosa vuole da noi l’Europa. 

Jihad quotidiana. Il carismatico Nasir al-Wuhayshi, numero due di al Qaeda, è stato ucciso in un attacco drone americano in Yemen la settimana scorsa. La sua morte viene considerata “il maggior colpo contro Al Qaeda dai tempi dell'uccisione di bin Laden”. Al-Wuhayshi era dal 2009 il leader di qaedista nella Penisola Arabica. I taliban invece hanno scritto al leader del gruppo Stato islamico Abu Bakr al Baghdadi per contrastare le sue ambizioni espansionistiche nel paese. “Il jihad contro gli americani e i loro alleati, dovrebbe essere condotto sotto un’unica bandiera, quella dei taliban del mullah Omar”, ha dichiarato nel messaggio Akhtar Mohammed Mansour. Nei giorni scorsi i media afgani avevano riferito di scontri tra milizie taliban e gruppi jihadisti affiliati al Califfato nell’est del paese. Interessante anche l’analisi dell’Economist, che mette in fila le ragioni per cui Arabia Saudita e Israele si stanno riavvicinando.

Corsa alla Casa Bianca. Adesso che sono scesi in campo ufficialmente, la battaglia incrociata tra Hillary Clinton e Jeb Bush per reinventarsi la Dynasty. Perché nel 2016 la chiave della sfida potrebbe essere la piazza virtuale di Facebook e, infine, la vera domanda che circola sottotraccia (se la pone l’Atlantic): il “giovane” Jeb sarà in grado di restituire credibilità ai Repubblicani ammaccati e divisi? 

Nuova guerra fredda. Ucraina & propaganda: una bella analisi di Politico europe sulla strategia della politica del rischio calcolato inaugurata dalla Russia nei confronti dell’occidente. A proposito: Vice news ha seguito le impronte reali e digitali di un soldato russo dall'est dell'Ucraina alla Siberia, provando la presenza russa oltre il confine (nonostante Putin lo neghi). 

L’ambientalismo di Bergoglio. Di cosa parla la prima Enciclica di Papa Francesco, secondo le anticipazioni.

Populisti uniti d’Europa. Al Parlamento di Strasburgo nasce il gruppo della destra xenofoba e anti Ue capitanato da Marine Le Pen. Chi ne farà parte (anche la Lega di Salvini).

 

 

Italy in a day

 

Addio Marino. Perché Renzi commissaria il sindaco di Roma prima che siano le procure a commissariare il renzismo.

Camaleonti, giacobini e Casson. Macaluso dice che tra moralizzatori, pm e cacicchi il Pd non c’è più.

I conti fragili della Cdp. Si parla di nuovi vertici in via Goito, ok, ma forse è più utile notare lo stato della Cassa tra margine d’interesse crollato del 61% rispetto al 2013 e rendimento medio.

Piacere, Kickstarter. La piattaforma mondiale di raccolta fondi apre anche agli italiani e offre la possibilità di raccogliere finanziamenti per i propri progetti creativi.

 

 

Mappa del giorno


 

Dove lavoriamo? L'ufficio regge ancora, ma ormai si lavora dovunque, scardinando uno dei pilastri del lavoro subordinato

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Cara razzista ti scrivo. Lettera aperta di Davide Piacenza all'autrice di un post anti-immigrati diventato virale su Facebook. Che ha scritto di sé “sì, sono razzista. Me ne fotto…”.

I totem di Milano. A parte la retorica sulla modernità, chi sono i veri poteri che provano a mettere radici nella città del futuro? Banche, politica, fondazioni. Prove tecniche di una City. Inchiesta di Stefano Cingolani.

Liberismo addio. Il New Yorker prova a spiegare perché i democratici Usa sono diventati così (accanitamente) bellicosi contro i trattati commerciali voluti da Obama.

Battaglia tra giganti. Finora hanno cercato di schivarsi, ma i due business si avvicinano e sovrappongono: tra Apple e Google sarà sempre di più guerra di mercato. Ecco perché.

Un’estate fa. Non esiste segno più evidente del fatto che siete cresciuti quanto il modo in cui trascorrete i mesi che vanno da giugno a settembre.  

 

  

Cose da sapere

 

Il colore dei soldi. Nell’ultimo anno il mercato azionario cinese ha creato un altro milione di super ricchi. Adesso sono quattro milioni, dietro solo agli Usa (7 milioni).

Vestivamo all’americana. La catena di abbigliamento Gap in crisi chiude un negozio su quattro negli Stati Uniti, in Canada, in Messico e altri in Europa.

Tax day. Per la cronaca, l’Italia è ormai diventata primatista mondiale di tassazione sulla casa. Amen.

 

 

Ossessioni 

 

Buon senso indiano. Chi ha bisogno dei droni di Amazon quando ci sono pony express che costano 75 centesimi a consegna?

Faccia da joker. Tra inquietudine e divertimento, com’è oggi la vita di un clown? Esquire ha intervistato il pagliaccio Sparky, al secolo Brian Wishnefsky.

Strani mostri. “Mai esistito nulla di simile”. Un paleontologo si è messo ad analizzare i dinosauri giocattolo per bambini…

 

 

Mettetevi comodi

 

La vita è un azzardo. Quanto vale il poker online, chi sono i professionisti, dove girano più soldi. Un maestoso reportage di Daniele Rielli (Quit).

1975, Missione Antartide. Informant racconta l'epica storia della spedizione italiana in Antartide, correva l’anno 1975: un gruppo di volontari costruì la base ma il governo italiano decise di regalarla alla dittatura argentina.

Mobutu e Bokassa. Il meraviglioso fotoreportage di Roads&Kingdoms negli sfarzosi “compound” ormai abbandonati (e in rovina) di due tra i più brutali dittatori africani.

Cronaca nera. Cosa succede quando si oltrepassa il nastro della polizia? Una riflessione sul racconto dei crimini a partire da un omicidio avvenuto in un paesino sul Lago Maggiore.

Vecchia Signora. I passi che hanno portato la Juventus a tornare a essere la società italiana economicamente più forte, anche grazie agli errori delle sue avversarie.

 

 

Foto del giorno


 

Un padre e una figlia, profughi siriani, appena arrivati sull’isola di Lesbo, Grecia (foto Ap)

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi