cerca

Terremoto Fifa, i candidati impresentabili e le vacanze nerd. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

27 Maggio 2015 alle 19:07

Terremoto Fifa, i candidati impresentabili e le vacanze nerd. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


 

“De Luca sarà eletto governatore ombra…” 

Antonio Polito


 

 

Pallone bucato

 

La polizia svizzera ha arrestato sette alti funzionari della Fifa, la federazione calcistica internazionale, con l’accusa di corruzione, su richiesta delle autorità statunitensi. Perché sono stati gli Usa ad agire contro la potentissima federazione governata da Sepp Blatter (nel silenzio sordo dell’Europa): il pagamento di tangenti sarebbe avvenuto in territorio americano e tramite banche americane. La lunga inchiesta investigativa del procuratore di New York Michael Garcia e il ruolo decisivo dell’ex pezzo grosso della Fifa americana, Chuck Blazer, che ha passato del tempo in galera per evasione fiscale diventando un informatore dell’Fbi. 

 

Per gli investigatori Usa siamo davanti ad un sistema enorme di riciclaggio e tangenti. Mondiali, diritti tv e marketing: come la Fifa targata Blatter inganna da anni il sistema del calcio mondiale nella ricostruzione di Alessandro Oliva, a pochi giorni dal rinnovo elettorale dei suoi vertici. Domanda: ce la farà lo sfidante (il principe giordano Ali Bin al Hussein) a soppiantare l’immarcescibile “Sepp” (indagato nella vicenda ma non arrestato) o siamo alla vigilia del quinto rinnovo consecutivo al governo del calcio mondiale?

 

In parallelo il ministero pubblico svizzero ha aperto una procedura penale per sospetta gestione sleale e riciclaggio di denaro riguardante l'attribuzione dei Mondiali di calcio 2018 in Russia e 2022 in Qatar.

 

Per non farci mancare nulla, Mario Gerevini sul Corriere indaga sulla selva oscura dell’Inter di Thohir. A monte della società ci sono finanziarie e paradisi fiscali. L’affare Merdeka e le quote delle holding del presidente in pegno. 

 

 

Se ne parla oggi

 

Mar morto. Seimila euro per migrante, i paesi che partecipano, i costi: i dettagli del piano europeo sull’immigrazione. I termini e i retroscena della “relocation” anticipati da Jacopo Barigazzi su Politico Europe e la mappa del Washington Post sulle tragiche rotte dei migranti asiatici, dalle parti del golfo del Bengala e delle Andamane. 

Sabbie arabe. In Libia il governo di Tobruk è sempre più debole. Il premier è sfuggito a un attentato al Parlamento e le sue frizioni con il generale Haftar indeboliscono l’esecutivo su cui punta l'occidente nella guerra contro gli islamisti. La Bbc racconta a sua volta i dettagli dell’inchiesta sugli abusi e le torture di Hamas su civili palestinesi nella striscia di Gaza. Ah, in Iran invece si combatte lo Stato islamico anche con l’ironia e un concorso di vignette (che nemesi!).  

Il discorso delle regina. Unione europea, tasse, terrorismo, Scozia e immigrazione. Nel Regno Unito si è aperto l’anno parlamentare con la tradizionale cerimonia del Queen’s speech, durante il quale la regina Elisabetta ha annunciato il programma del nuovo governo del premier Cameron. Come da previsione, sarà introdotta una legge per indire un referendum entro la fine del 2017 sull’appartenenza del Regno Unito all’Ue. In ogni caso Matteo Renzi e Angela Merkel hanno un piano anti Brexit (Hollande permettendo): una sorta di “integrazione differenziata” con il Regno Unito mentre il Guardian ha chiesto a cinque scrittori e giornalisti europei cosa significa, dal punto di vista storico e culturale, avere l’Inghilterra dentro l’Ue. 

Tragedia greca. Basta melina, sul fantasma Grexit gli americani hanno perso la pazienza. “La politica del rischio calcolato è un gioco pericoloso e quindi ognuno deve fare un passo indietro e considerare la prossima scadenza come l'ultima scadenza e risolvere la crisi greca.” Lo ha detto il segretario al Tesoro Usa, Jacob Lew, a Londra.

Battaglia navale. La strategia militare cinese per estendere la propria influenza nel Pacifico del sud, ben oltre le acque territoriali. 

 

 

Italy in a day

 

Al voto, al voto. Il capolavoro dei candidati incandidabili spiegato da Michele Brambilla. Cronaca di un delirio italiano.

UberPop. Perchè la colpa del blocco in tutta Italia non è dei giudici ma dei politici, scrive il Leoni Blog.

I tedeschi siamo noi. La crisi e la caduta dei redditi hanno cambiato la percezione. Ma se si considerano anche gli immobili, il patrimonio degli italiani è il più alto dell’eurozona.

 

 

Mappa del giorno


 

Gli indiani sono diventati una minoranza di successo straordinaria negli Usa. Una vera e propria neo élite.

 


 

 

Argomenti di dibattito

 

Il terrorismo funziona? La violenza deliberata sui civili facilita il raggiungimento degli obiettivi politici dei terroristi? No, spiega un nuovo studio della Columbia University.

Nozze gay. “Sono una sconfitta per l’umanità”, dice il segretario di stato vaticano Pietro Parolin. In realtà dentro la chiesa avanza il fronte novatore su sesso e famiglia.

Sì, viaggiare. I sette mega trend che contribuiranno a ridisegnare l’industria dell’automobile secondo Goldman Sachs.

Grande Fratello. Edward Snowden, la riforma della Nsa e la democrazia nell’analisi di Fabio Chiusi. Il primo giugno infatti scadono alcune delle autorizzazioni alla sorveglianza Nsa garantite - non per la corte d'appello di New York - dal “Patriot Act”. 

 

  

Cose da sapere

 

Saranno famosi. I millennial non vogliono né televisione né Facebook. L’intervista di Bloomberg al fondatore di Snapchat, Evan Spiegel.

Meno vacanze per tutti. Il colosso energetico francese Edf ha deciso di offrire un bonus in busta paga a quei dipendenti che accettano di tagliarsi le ferie da 50 a 36 giorni l’anno. 

Giustizia d’Egitto. Tempesta diplomatica contro l’Egitto: dal Pakistan a Israele cresce il fronte dei paesi che critica il nuovo uomo forte Al Sisi per la condanna a morte dell’ex presidente Morsi. 

 

 

Ossessioni 

 

Nella salute e nella malattia. Come funziona una coppia quando c'è il virus HIV di mezzo, in un bellissimo graphic novel.

Vacanze nerd. Dai laboratori tech ai set cinematografici: venti luoghi storici per la tecnologia da vedere almeno una volta nella vita.

Mors tua vita mea? Per la cronaca, numeri alla mano, i dispositivi mobile non stanno uccidendo internet su desktop.

 

 

Mettetevi comodi

 

Segreti di pulcinella. Soldi, madrasa e jihad: un cablo di Wikileaks e un rapporto del parlamento svelano quello che tutti sanno (anche in Occidente): le scuole religiose del Pakistan, spesso fucine di terroristi, sono finanziate dai paesi del Golfo. Uno scandalo creato ad arte per motivi di politica interna.

Virus contro spie. Il mistero del volo Malaysia Airlines, due bande di hacker del sud-est asiatico che si combattono, un'azienda russa che produce antivirus: benvenuti nell’età dell’oro del cyberspionaggio, raccontata da Antonio Talia. 

Cento anni prima di Apple. Una breve storia (molto bella) dell’Atlantic sull’epopea degli orologi da polso. Dalle origini militari agli ultimi epigoni tech. 

Come Fifa comanda. Il governo planetario del pallone dai pionieri a oggi. Nell’organizzazione internazionale del calcio al centro della bufera si riflettono giocoforza le contese geopolitiche e gli equilibri di potenza. Tranquilli, l’Italia non conta quasi nulla e non sembra curarsene troppo…

 

 

C’era una volta


 

Paula Cooper, figura simbolo per le campagne contro la pena di morte negli Stati Uniti, è stata trovata morta all’età di 45 anni a Indianapolis. La polizia ritiene che si sia suicidata con un colpo di arma da fuoco

 


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi