cerca

L'avanzata dell'Isis, il reddito minimo e i segreti di Allegri. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

15 Maggio 2015 alle 19:05

L'avanzata dell'Isis, il reddito minimo e i segreti di Allegri. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


“Ai politici che votarono la riforma Fornero delle pensioni ma ora vogliono restituire tutto a tutti, chiedere sempre di dire dove e a chi prenderebbero i soldi…” 

Oscar Giannino


 

 

Il mondo in movimento

 

Non solo Mediterraneo, è tutto il mondo che viene attraversato da migrazioni epocali. Solo nelle ultime ore dai Roynghia in fuga dalla Birmania alle migliaia di persone che scappano dai disordini in Burundi verso Ruanda, Tanzania e Congo. Quanto ai possibili rimedi, cosa dice la bozza Mogherini per l’immigrazione e le fasi del piano a guida italiana e un bellissimo reportage di Niccolò Zancan sul limbo dei rifugiati.

 

 

Se ne parla oggi

 

Sabbie arabe. Bandiere dell’Isis sventolano sul palazzo del governo a Ramadi: i jihadisti conquistano il compound difeso dalle forze armate irachene in ritirata. Una delle conseguenze politiche del caos iracheno è complicare per ovvie ragioni famigliari la corsa di Jeb Bush alle primarie repubblicane. Lo Stato islamico avanza anche in Siria dove potrebbe presto entrare nel sito archeologico di Palmira, patrimonio Unesco. Così addestriamo i cristiani dalle parti di Ninive a combattere contro il Califfo (parla un americano un po’ discusso), nel racconto di Davide Vannucci.

L’amico americano. L’Economist racconta come il presidente Obama sta cercando di convincere gli alleati del Golfo che un accordo sul nucleare iraniano è vantaggioso anche per le petro-monarchie. Ma l’obbiettivo, specie con l’Arabia Saudita (il re Salman ha disertato il vertice di Camp David), non sembra essere stato centrato.

Tragedia greca. Ad Atene si naviga a vista: qualche miglioramento di cassa nei conti pubblici si scontra con la drammatica mancanza di liquidità mentre i cinesi di Cosco stanno negoziando una maggiore presenza nel porto del Pireo in vendita. E poi Draghi tra virus, supplenze, vaccini e agenti patogeni: Andrea Boda nei panni di Super Mario. Imperdibile.

Il grande disgelo. Accordi e disaccordi tra Pechino e Delhi nei giorni della storica visita in Cina del presidente indiano Modi.

Video alla pechinese. Netflix, la piattaforma che consente di vedere film e serie tv in streaming/ondemand, sarebbe ad un passo dall’entrare nel mercato cinese dei video on line in pieno boom.

 

 

Italy in a day

 

#La(ri)voltabuona. Il premier Renzi conferma il piano di 160mila assunzioni nella scuola. “Per la prima volta ci sono più soldi per l’educazione. Saranno distribuiti ai più bravi". Intanto, la Camera approva l'articolo 1 del ddl. Mutatis mutandis, in Cile è scoppiata la protesta contro la riforma voluta dal governo Bachelet, ci sono stati due morti. L’istruzione è molto costosa nel paese e gli studenti spesso s’indebitano per sostenere le spese. 

Politiche dell’irresponsabilità. Il reddito di cittadinanza come incentivo all’ozio della sinistra e all’economia del paese.

Il fantasma delle urne. I seggi alla Camera dei Deputati se si votasse oggi, secondo le proiezioni di Demopolis.

Acqua alta. A Venezia l’unica moschea in città è dentro una ex chiesa sconsacrata (Santa Maria della Misericordia). Naturalmente ci sono polemiche.

 

 

Mappa del giorno


 

Quanti lavorano in Italia. Due su 3 non lavorano e ogni lavoratore mantiene in media 2 persone (un po’ pochino) 



 

 

Argomenti di dibattito

 

Vade retro Brexit. Il big boss di Virgin, Richard Branson, ha scritto un articolo/appello per difendere il posto dell’Inghilterra in Europa. Il ruolo e la vocazione di Londra è dentro l’unione.  

La Chiesa di Francesco. Cuba, Palestina (e non solo). Altro che Papa pastorale, il diplomatico Bergoglio sta ridisegnando il mappamondo.

Lending club. Bloomberg si chiede se i prestiti peer-to-peer che piacciono tanto a Wall Street, oltre che rottamare l’industria bancaria tradizionale, non stiano diventando una bolla.

Scuola di vita. “Lasciate che i vostri bambini giochino ai videogames…” Parola di Mark Zuckerberg.

Guardarsi allo specchio. L’odio Rom e la “Gabbia” del porno giornalismo. Un’interessante riflessione di Daniele Lepido sul Salvini che c’è in ognuno di noi. 

 

 

Cose da sapere

 

La primavera di Teheran. Turismo, tecnologia, Oil & Gas. I piani iraniani per rilanciare la sua economia quando (e se) verranno tolte le sanzioni occidentali mentre la Camera americana ha dato il via libera al progetto di legge che concede al Congresso di rivedere e potenzialmente respingere l'accordo con gli Ayatollah. 

Big Oil. Non solo Starbucks, Amazon e new economy. Seattle è diventata la base logistica di Shell per le perforazioni nel mare artico, tra Alaska e Siberia.  

Bye bye Silicon valley? Per Fast Company sarà Londra la prossima capitale mondiale del tech e del design.

 

 

Ossessioni

 

Il re del blues. Un piccolo racconto sul blues navigando sul Mississipi, nel giorno della morte del maestro B.B.King.

Self-driving car. Secondo un video rilasciato da Google, l’ultima versione dell’auto senza conducente farà il debutto su strada questa estate.

Badanti serpenti. Da Alberto Sordi alla contessa Vacca Agusta: otto storie di eredità contese tra domestici e famiglie.

 

 

Mettetevi comodi

 

 

Cremlino connection. In che modo il lobbismo pro Russia sta cercando di influenzare la politica estera di Washington nei confronti dell’impero di Putin (sanzioni ma non solo). 

Nel continente nero. Il video reportage del Corriere della Sera in Sud Sudan, il paese più povero del pianeta dove solo l’acqua ferma la guerra.

Atlante del subconscio. Da Tijuana a Reykjavik, cosa sogna la gente in giro per il mondo in un vibrante long read dell’Atlantic.

Visto da vicino. Scudetti, finali, carattere, donne e un nuovo modello cultural-pallonaro. Storia di Max Allegri, conservatore di successo.

 

 

C’era una volta


 

Il 15 maggio del 1988 cominciava il ritiro dell’Armata rossa dall’Afghanistan. Una rotta gravida di conseguenze…


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi