cerca

Draghi, l'Ue contro Silicon Valley e il vantaggio di essere bassi. Di cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

15 Aprile 2015 alle 19:02

Draghi, l'Ue contro Silicon Valley e il vantaggio di essere bassi. Di cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno


Ennesima operazione di fusione/acquisizione in Europa con Nokia e Alcatel. Ci sono speranze anche per Mps, viste quante volte Alcatel è stata salvata dallo Stato...”

Andrea Boda


 

 

Guerra & Pace

 

Jihad quotidiana. Scrive Politico che al Qaeda, dopo una iniziale debacle (anche mediatica), sta battendo Isis nello speciale (e terribile) derby terrorista mediorientale. Scrive invece Newsweek che il servizio carcerario inglese permette la libera circolazione di libri jihadisti tra i detenuti. Incredibile! 

Pantano yemenita. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha imposto un embargo di armi ai ribelli Houthi che stanno combattendo nel piccolo stato arabo. E poi l’intensa storify quotidiana firmata Reportedly.

Le ragioni di un flop. Perché Usa e Nigeria non sono ancora riusciti a riportare a casa le ragazze rapite l’anno scorso da Boko Haram (se mai ci riusciranno). 

Prima del viaggio. Bbc e Vice news sono stati in Libia dentro i centri di detenzione dove vengono ammassati i migranti che sciamano da tutta l’Africa, prima di tentare lo sbarco disperato in Europa.

Roulette russa. Bloomberg calcola che la Russia rischia di perdere 27 miliardi da un eventuale accordo Iran-Usa sul nucleare. Si spiegano anche così le nuove e vecchie liaison tra Mosca e Teheran.

Cose turche. Il lento, lentissimo riconoscimento del genocidio armeno, al centro delle polemiche tra Ankara e il Vaticano, secondo Le Monde.  

 

 

Personaggi

 

The making of Ed Miliband. Un bellissimo long read del Guardian racconta la sfida elettorale (e generazionale) del leader laburista inglese, alla ricerca dell’identità (perduta) dopo la grande stagione blairiana.

Spin doctor all’americana. Vice racconta le elezioni inglesi attraverso il derby Usa tra David Axelrod e Jim Messina, ex staff di Obama, strateghi elettorali di Cameron e Miliband. 

 

 

Se ne parla oggi

 

Google, la nuova Microsoft (di montiana memoria). Cosa c'è realmente dietro la multa che l'Europa vuole far pagare a Google. La (notevole) differenza di traffico filtrato dal motore di ricerca in Usa e Europa; la risposta del colosso californiano alle accuse Ue e, più in generale, le incomprensioni e le multe miliardarie tra Bruxelles e i giganti tech.

Coriandoli di Bce. Mario Draghi rivendica gli effetti positivi del Quantitative easing e lascia i tassi di finanziamento invariati allo 0,05. Tasso sui depositi a -0,2%. La liquidità evidentemente scotta senza qualcuno cui prestarla. E poi il video dell’assalto colorato e rumoroso durante la conferenza stampa del presidente della Banca centrale.

Tragedia greca. I dilemmi a sinistra (e con la sua sinistra interna) di Tsipras, l’ombra sempre più insistente di default e la tentazione di elezioni anticipate nell’analisi da Atene del Financial Times. Adesso anche in Germania sembrano arrendersi all’ipotesi fallimento. Nel frattempo il magazine Prospect scrive che il ministro Varoufakis, con tutte le sue piroette, è diventato un campione di incoerenza.

Compagni che tagliano. Il laburista Miliband nel Regno Unito, il socialista Sànchez in Spagna, i più radicali Tsipras e Varoufakis in Grecia: nel 2015 la sinistra europea, perfino quella mediterranea, ha rivalutato il pareggio di bilancio. 

Le elezioni degli altri. Tutti gli impegni contenuti nel manifesto politico dei Tories di David Cameron, a poche settimane dal voto inglese. Un impegno concreto: ridurre la spesa pubblica al livello di quella dell’Estonia, patria del liberismo (quasi) realizzato. E perché questa tornata elettorale sarà la più imprevedibile dell’ultima generazione.

Cosa alla Casa Bianca. Se Barak Obama ha rappresentato una speranza per gli esclusi e i Millennials, Marco Rubio vorrebbe portare la generazione X al potere a Washington. Cosa potrebbe significare, invece, una presidenza di Hillary Clinton, per la potenza emergente cinese.

Network connection. I tre motivi che hanno portato al super merger Nokia-Alcatel

Segui i soldi. Come si muove in Europa (e in Italia) l’attivissimo fondo sovrano norvegese.

 

 

Mappa del giorno


Investire nell’educazione e formazione dei propri giovani dovrebbe essere priorità di ogni paese. Non sempre è così, purtroppo per noi.



 

  

Italy in a day

 

Seduti da Veltroni. Chi conta e chi no nell’era Renzi spiegato dalla geografia dei big delle istituzioni presenti in sala a vedere il film dell’ex sindaco di Roma (dove si scopre che Cantone ormai conta quanto un ministro).

Il bivio. Le tre strade che ha davanti Silvio Berlusconi per tornare davanti agli elettori.

Campioni di bufale. Uno studio, ampiamente citato da giornalisti e talk show, dimostrerebbe il boom di suicidi a causa della crisi economica e sociale. Peccato faccia acqua da tutte le parti.

Rottamare il sindacato. Susanna Camusso scopre che i professionisti possono essere lavoratori in difficoltà. Benvenuta nel mondo (del lavoro).

Salone & Fuorisalone. Moda, design, Expo e, soprattutto, la mitica cotoletta. Il bellissimo reportage milanese firmato Roads & Kingdoms. Belle foto dal Fuorisalone tra lampade stravaganti e mobili appesi a testa in giù e poi perché il futuro del settore legno-arredo italiano non sarà (tanto) produrre bensì comunicare (bene). Nel frattempo McDonald's ha aperto in città un finto ristorante di hamburger per intenditori (e fighetti), servendo però i suoi panini. Non male l’ironia…

 

 

Argomenti di dibattito

 

Mare Nostrum? Cosa manca all’Italia per essere davvero una potenza mediterranea. La posizione geografica ci assegnerebbe un ruolo di primo piano nell’area, ma finora non siamo stati capaci di sfruttarla. 

Vendesi auto. L’acquisto di PartnerRe, il colosso Usa delle riassicurazioni, da parte di Exor degli Agnelli, rilancia il tormentone sulla vendita di Fca (magari ai tedeschi rivali di Volkswagen in difficoltà sul mercato americano). A chi venderanno? Perché venderanno.

La mamma è sempre la mamma. Adulti inadeguati di fronte ai lutti genitoriali: il nuovo film di Nanni Moretti, Mia madre, un Caro diario intimo, non generazionale.

Messico e nuvole. Lo stato centroamericano ha appena sorpassato la Spagna come prima economia ispanica al mondo mentre Toyota annuncia l’apertura di un nuovo grande stabilimento messicano. Ma, soprattutto: perché molti big dell’automotive stanno facendo a gara per aprire nuovi “plant” nel paese dei sombrero.

Ex imperi di carta. Il sogno dell’Amazon Post e la globalizzazione dei giornali. La corsa per creare il brand di testata digitale mondiale è (finalmente) partita.

La Silicon Valley sta arrivando. Nella lettera annuale agli azionisti il Ceo di Jp Morgan Jamie Dimon mette in guardia dall’avanzata delle startup Fintech e profetizza una nuova crisi.

 

 

Cose da sapere

 

Dilemma carioca. Un mega progetto da 17 miliardi di dollari per lo sfruttamento di una grande miniera nella foresta pluviale, oggi al centro delle polemiche, incarna perfettamente il bivio che deve affrontare il Brasile: come utilizzare le tante materie prime di cui dispone senza distruggere l’ambiente? 

Saremo colonia. Per la cronaca, i cinesi hanno comprato anche Segway, l’azienda che produce i super trendy “cavallucci” elettrici.

Free Europe. Il prossimo obiettivo di Mister Facebook, Mark Zuckerberg, è portare internet gratis in tutta Europa.

Tutto il mondo è paese. Trentaseimila miliardi di yen imboscati tra cassette di sicurezza e materassi, e i morti che incassano ancora le pensioni: benvenuti nel Giappone di Abe.

 

 

Ossessioni

 

Pink different. Com’è successo che il rosa sia diventato un colore associato alle donne. Fino alla Seconda Guerra Mondiale non era così.  

Il vantaggio di essere bassi. Nonostante molte ricerche mediche associno la bassa statura a frequenti problemi cardiaci, le persone piccole vivono meglio e più a lungo della media.

Cereali integrali e pochi zuccheri. La costosissima dieta del futurologo Ray Kurzweil, che dovrebbe aiutarlo (e aiutarci) a vivere per sempre.

Cuba libre. Cosa significa per Cuba (e per Washington) non essere più sulla lista nera Usa dei paesi sponsor del terrorismo. 

 

 

Mettetevi comodi

 

L’altra Google. Fast Company racconta come Marissa Mayer abbia risvegliato (e reinventato) la bella addormentata Yahoo!, al tempo della generazione smartphone.

Vietato pescare. L’incredibile lotta contro la caccia alle balene nelle isole Faroe. Nell’arcipelago sull’oceano Atlantico è in corso una vera e propria carneficina.

Groundhog Spurs. Passano gli anni e cambiano le stagioni, ma quando arriva primavera i San Antonio Spurs sono sempre la squadra da battere nel campionato di basket Nba. Quest’anno con un Kawhi Leonard in più. 

 

 

Foto del giorno 


Ostinarsi con dolcezza a mettere le cose a posto. A Mariupol, Ucraina (foto: Afp)



 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi