cerca

Saddam, lo Stato islamico e le censure turche. Di che cosa parlare stasera a cena

In esclusiva per noi Marco Alfieri seleziona e propone letture, spunti e idee per sapere quello che succede nel mondo.

6 Aprile 2015 alle 18:38

Saddam, lo Stato islamico e le censure turche. Di che cosa parlare stasera a cena

Frase del giorno

 

“L’accordo con l’Iran è un’opportunità che capita una volta nella vita…”
(Barack Obama)

 

 

Guerra & Pace

 

 

Dottrina Obama. La bella intervista multimediale, modello Vox, di Thomas Friedman del Nyt al presidente Obama. Al centro del ragionamento l’accordo con l’Iran, il disgelo con Cuba e il coinvolgimento diplomatico dei paesi finora isolati da Washington come via per governare le relazioni internazionali. 

 

Lo scacchiere persiano. Perché a Losanna si è deciso molto di più o molto di meno del futuro del programma nucleare iraniano e una breve storia dell’industria del petrolio iraniano, che tornerà a “scorrere” con la fine delle sanzioni occidentali.

 

Stati falliti. In Yemen infuria la battaglia nella capitale #Aden tra milizie pro saudite e pro iraniane. Dall’esito della contesa passa un bel pezzo di futuro del Medioriente.

 

Nel continente nero. Passata l’euforia della vittoria elettorale, il neo presidente nigeriano Muhammadu #Buhari è chiamato ad affrontare sfide epocali: un’economia traballante da rilanciare, la minaccia Boko Haram, un paese diviso.

 

Lettera da Kiev. Timothy Garton Ash si domanda sul Guardian se l’Ucraina sarà capace di salvarsi dalla doppia morsa rappresentata dall’espansionismo di Putin e dagli appetiti degli oligarchi.

 

 

Sabbie arabe

 

 

Sognando Isis. Foreign Policy ha raccolto un po’ di informazioni sensibili dalle autorità Usa è ha stilato un ritratto del nuovo jihadista americano e la mano invisibile dietro i militanti dello Stato islamico in Iraq: la vecchia guardia di Saddam Hussein.

 

Trappola infernale. I miliziani jihadisti sequestrano 300 curdi mentre nel campo profughi di Yarmouk, alle porte di Damasco, Isis uccide 9 profughi palestinesi. Migliaia di rifugiati rischiano la morte intrappolati tra il Califfato e le forze speciali di Assad.

 

 

Se ne parla oggi

 

 

Tragedia greca. Dice il ministro delle finanze di Atene #Varoufakis che la Grecia potrebbe trovare un accordo preliminare con i partner dell’Eurogruppo nella riunione del prossimo 24 aprile. Nel frattempo, alla vigilia del viaggio a Mosca, l’Ft spiega perché Tsipras non potrà mai trovare la pietra filosofale dei problemi finanziari greci in Russia.

 

Euro egemonia. Tutte le manovre tedesche per contare di più al Parlamento europeo.

 

Censure turche. La Turchia ha bloccato per molte ore twitter, Youtube e Facebook. La decisione delle autorità dopo la pubblicazione social delle foto del pm preso in ostaggio e poi ucciso nel blitz. A metà pomeriggio FB è tornato visibile dopo l’accettazione di rimuovere le foto di #Kiraz. È l’inizio di un ricatto sistematico?

 

Potenza dell’algoritmo. Come e perché Facebook conosce i tuoi amici molto meglio di te.

 

Le ultime uova di Pasqua (low cost). Con il prezzo del cacao destinato a raddoppiare nel giro di cinque anni, il cioccolato potrebbe trasformarsi in un bene di lusso.

 

 

Personaggi

 

 

Stranger still. Lo scrittore algerino Kamel Daoud finito nel mirino del radicalismo islamico nel bellissimo ritratto del New York Times.

 

Mister America. Chi è Robert Downey Jr. l’attore più pagato al mondo. Storia dei successi e degli eccessi di una scheggia impazzita nel cuore dello star system Usa.

 

 

Italy in a day

 

 

Cosa fa la politica. I consensi nel 2015, al netto di polemiche, scandali e promesse non soddisfatte: #Renzi domina, gli altri si litigano le briciole.

 

L’Aquila 6 anni dopo. Sul significato della rassicurazione. Il capoluogo abruzzese una settimana prima del terremoto nella bellissima ricostruzione di Valerio Valentini.

 

La vigilia del Def. Ecco perché la riduzione della pressione fiscale rischia di essere una fantasia e lo stato di avanzamento del programma di governo nei documenti di palazzo Chigi.

 

 

Mappa del giorno

 

 

Come fanno ad armarsi i regimi nella black list, nonostante embarghi e sanzioni:



Argomenti di dibattito

 

 

Cuba libre. Alla vigilia dell’incontro tra Obama e Raul Castro, Bloomberg si chiede cosa significhi per Cuba e la sua economia la fine del regime della doppia moneta (pesos e dollaro al mercato nero).

 

Padania con le ali. Il fantasmagorico progetto di Bernardo Caprotti, mister Esselunga, per dotare il nord Italia (finalmente) di un grande aeroporto internazionale.

 

Leaving Afghanistan. Come e perché tornare a casa da Kabul è diventata una delle operazioni più complicate per l’esercito americano.

 

 

Cose da sapere

 

 

In un altro mondo. Technology Review racconta come le macchine intelligenti di nuova generazione stanno rivoluzionando lo studio delle galassie.

 

Nuova frontiera. Seattle è molto più di Starbucks e Kurt Cobain. Come la città americana sta attirando talenti e capitali dalla Silicon Valley.

 

Corsa alla Casa Bianca. Quasi tutti i pronostici dicono che il prossimo presidente degli Stati Uniti uscirà dal duello “dinastico” Jeb Bush e Hillary Clinton.

 

 

Ossessioni

 

 

Alpinismo virtuale. Il Washington Post ha pubblicato una meravigliosa infografica interattiva che riproduce le emozioni e le difficoltà della scalata al monte #Everest. Passo a passo, dal livello del mare alla sommità delle nevi perenni.

 

New town. Cos’hanno in comune Brasile, Kazakistan, Pakistan, Nigeria e Birmania? Si sono costruiti tutti una capitale da zero, pianificata a tavolino. Adesso l’ambizioso Egitto di al Sisi proverà a superarli.

 

 

Mettetevi comodi

 

 

L’alfabeto della scienza. Oggi gli scienziati pubblicano in un’unica lingua: l’inglese. Ma non è stato sempre così. Il vecchio sistema poliglotta si è incrinato nell’ottocento ed è scomparso dopo la seconda guerra mondiale (tradotto in italiano su Internazionale).

 

Vaticano secondo. Vescovi che distribuiscono frutta, guardie svizzere impegnate fuori servizio e nobili in strada nell’anonimato. Un ex barbiere del Senato: “Adesso sono i senzatetto a chiedermi tagli speciali”. Un giorno nella chiesa dei poveri di Papa Francesco.

 

Schiavitù dal lieto fine. L’Associated Press racconta l’incredibile storia di 4mila migranti birmani ridotti in schiavitù in Indonesia, costretti a pescare i frutti di mare che arrivano tutti i giorni sulle nostre tavole. Scattata la denuncia giornalistica, le autorità hanno cominciato a indagare e liberare i poveri pescatori.

 

Intervistare James Ellroy. “Lo leggi e ti senti loro. Vedi come loro. Parli come loro. Pensi come pensano loro…” Quattro chiacchiere con uno dei più grandi romanzieri americani in occasione dell’uscita del suo ultimo libro, Perfidia. 

 

 

Foto del giorno

 

Picnic a Villa Pamphilj, Roma, Italia. Foto Ap.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi