La revisione del decreto sicurezza e gli spari alle proteste di Seattle

Giuseppe De Filippi

30/06/2020

La revisione del decreto sicurezza e gli spari alle proteste di Seattle

Alcuni dei manifestanti di Seattle (foto LaPresse)

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

Osservate, a cena, che c’è una linea specifica e distinta nel governo, quella del ministro Roberto Gualtieri. A sentire i suoi interventi pubblici sembra che le cose vadano molto meglio di come vengono descritte. E non per generici attestati di fiducia ma sempre indicando fatti concreti. E’ un comportamento raramente visto tra i ministri dell’economia, dai quali di solito viene il materiale per il retroscenismo più infiammato, con le voci sulle difficoltà e perfino sulle crisi che normalmente hanno il loro primo impulso a via XX settembre. Mentre gli stessi ministri dell’economia, un po’ per il grande potere che esercitano (maggiore rispetto agli altri ministri) e un po’ per il ruolo antipatico di frenatori delle iniziative altrui, sono spesso autori di una specie di continuo borbottio contro il governo e contro la maggioranza. Gualtieri rovescia questo schema e si presenta come il facilitatore, invece di essere un frenatore, e come l’esponente Pd con più fattivamente integrato in questa maggioranza.

 

 

Qui comunque a cena si continua a chiacchierare dei 5 stelle, per capire cosa si muove al loro interno e che razza di progetto politico possano avere, dopo aver consumato il populismo smodato, l’antipolitica esagerata, l’accordo con i leghisti, l’intesa responsabile con il Pd. Cosa pensano di fare dopo tutti questi esperimenti? Non ce n’è più da inventare. E allora chissà che non si avviino per il sentiero stretto della politica, quello fatto di cose come il Mes, di scelte come la semplificazione delle regole per avviare le opere pubbliche. Attenzione poi al condono, allo stesso concetto di condono. Giustamente viene detto “presunto”, perché come sempre nasce da segnalazioni dei Verdi, ma loro vedono condoni ovunque, in qualunque provvedimento. Del Mes aveva detto comunque Gualtieri (vedi sopra).

 

Intanto si lavora, e pare proficuamente, alla revisione del decreto sicurezza. E questo, se l’accordo fosse vero, sarebbe un bello scoglio evitato per la maggioranza. Il ministro Luciana Lamorgese ha parlato di obiettivi condivisi con gli altri della maggioranza e dopo aver verificato questa convergenza oggi in una riunione.

 

 

Che vuol fare (non si pone limiti) Silvio Berlusconi, rinfrancato dai colpi di scena giudiziari e dall’azione sempre più fondata per ottenere la revisione in sede europea del processo con cui venne condannato

 

 

E Forza Italia chiede una commissione d’inchiesta sulla giustizia, con un programma piuttosto vasto da far cominciare con le indicazioni di PalmiroTogliatti per assumere giudici vicini al Pci. Insomma, andrebbe bene anche meno zelo

 

 

I prof che mancano, è un classico dell’estate ma secondo la Cisl quest’anno è peggio

 

 

L’Alitalia ci riprova, chissà. Intanto ecco Air France come taglia

 

 

Dai che magari poi pure la Francia si prende i soldi del Mes con finalità sanitaria

 

  

Una certa apprensione per il nuovo virus influenzale, probabilmente molto forte

 

  

E ora facciamo che in futuro se una polmonite non è canonica e non rientra in situazioni conosciute magari si fa una segnalazione?

 

 

In USA tornano a riempirsi al limite i reparti di terapia intensiva. Il tutto in un clima di totale irresponsabilità. Ed è sempre più probabile l’interdizione allo sbarco in Europa per chi proviene dagli USA, decisione dalle conseguenze economiche drammatiche

  

  

Hillary Clinton pubblica il grafico con la spaventosa curva dei contagi in USA, con lo slogan di Trump a campeggiare in alto

  

 

Se poi siete proprio patiti di politica americana ecco il turno elettorale in arrivo

 

 

Gli spari nella zona delle proteste sociali di Seattle, c’è certamente un morto, è un giovane, e un ferito grave.

 

BoJo si butta sul mattone per tutti, idea che funziona sempre, ma da uno non convenzionale come lui ci si aspettava qualcosa di più, diciamo il dream e non l’immobildream

 

 

Mele al traguardo

 

 

I concerti per la riapertura della Scala, tra pochi giorni e la stagione lirica che riprenderà in autunno

 

L’addio a un grande del divertimento intelligente