cerca

Di cosa parlare stasera a cena

Il riavvicinamento di Renzi e le ultime sul coronavirus

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

11 Febbraio 2020 alle 17:55

Il riavvicinamento di Renzi e le ultime sul coronavirus

Foto LaPresse

La giornata si apre con apprezzamenti da renziani al governo per la (saggia) iniziativa con cui si toglie un po' di rischio Casaleggio dalla digitalizzazione anagrafica e amministrativa. Apprezzamenti che sembrano la premessa per tornare a ragionare, lasciando il tavolo da poker, anche sulla revisione della riforma Bonafede, quest'ultima, ricordatelo sempre, è stata approvata dal precedente governo e ora se ne sta discutendo qualche forma di attenuazione. E a metà giornata si ha la certezza che anche la questione della prescrizione nell'immediato viene depotenziata.

  

A proposito, non perdetevi Matteo Renzi al Tg5, per quella che sembra destinata a essere l'intervista del giorno (un precedente: quando quest'estate Renzi lanciò l'idea di governo con i grillini per tenere a bada i pieni poteri e gli scalmanati del Papeete lo fece con un'intervista al Tg5), Si fa precedere da un tweet lanciato verso "tasse e cantieri", ovvero cose di cui ci si occupa governando e non facendo cadere i governi...

 

Ma anche Nicola Zingaretti deve almeno tenere il suo punto politico e, quantomeno, dare del guastatore a Renzi.

   

Sul Fatto non riescono a far dire a Gherardo Colombo quello che vorrebbero fargli dire e si devono accontentare di una serie di pareri interessanti.

  

Finisce, senza chiedere il permesso a nessuno, l'avventura di Air Italy. Sono guai per i lavoratori, per la Sardegna del nord (che faceva conto sui collegamenti della ex Meridiana), per il governo non informato dell'operazione.

 

Ahi ahi ahi, cominciano a circolare analisi ben fondate sulle responsabilità dei vertici politici cinesi nel mancato controllo sull'esplosione dell'epidemia. Si dice che la controllocrazia in realtà non riesce a controllare un bel niente ma riesce a fare tanti danni.

  

I servizi sanitari di vari paesi asiatici (e anche altrove) messi sotto stress dalle necessità di cure per i contagiati e di maggiore controllo sul resto della popolazione.

   

Questa notizia fa piacere, anche perché ci stiamo affezionando alla coppia cinese ricoverata allo Spallanzani a Roma.

   

Il virus non vincerà, ma la pera bonacciniana stende l'arancia dimaiana.

 

Ma se le pere si commerciano sono gli smartphone e il resto dell'elettronica di consumo dedicata alle comunicazioni a saltare le loro fiere di riferimento a causa del virus.

 

Una Presa Diretta da riprendere, si parlava anche di sistema Casaleggio e con il contributo di Luciano Capone

  

Siamo pochi e ci rinnoviamo troppo lentamente e, ribadiamo, perché ne parlammo anche in cene un anno fa, gli italiani sono 55 milioni e ai 60 milioni di popolazione residente di cui parlano tutti si arriva grazie (grazie davvero) al contributo dell'immigrazione.

 

Dice Politico che l'Europa non ha tutta questa voglia di fare da sponda alla voglia di lasciare il Regno Unito da parte degli scozzesi.

 

Intanto non vi scordate che l'Europa in un modo o nell'altro va avanti.

  

E l'Ena non produce più amministratori delegati a raffica.

 

La tempesta sull'Italia (parlatene a cena) e guardatevi il satellite dell'aeronautica militare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi