cerca

Mattarella in Francia e il fallito golpe di Guaidó

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati per voi da Giuseppe De Filippi

2 Maggio 2019 alle 18:03

Mattarella in Francia e il fallito golpe di Guaidó

Mattarella a Parigi in visita a Notre Dame (foto LaPresse)

Il presidente Mattarella in Francia per i 500 anni dalla morte di Leonardo e per visitare il cantiere della rinascita di Notre Dame. Tutto fatto come e quando si deve. E non dite che sono cose noiose e istituzionali, provate a parlarne a cena e vedrete quanto c'è da dire tra Leonardo, la politica tra Italia e Francia, la ricostruzione ben fatta di un simbolo nazionale.

 

A proposito.

 

  

Mai deludere i savonesi. Comunque il sussidio creerà più problemi di quanti ne risolva. Però Tridico avrà un futuro politico, ma non si saprebbe dire se luminoso o più probabilmente un futuro di nostalgia, di tavolate a ricordare i tempi del reddito.

 

  

Ahia, Atlantia non si fa coinvolgere nelle stramberie governative su Alitalia e quindi non si capisce più il senso di questa ulteriore proroga della proroga.

 

 

Chi riesce a trovare una polemica più noiosa di quella sul ritorno delle province? Non ce n'è, quindi non parlatene a cena.

 

 

Aprite il thread e troverete una ordinaria conversazione tra due presidenti di commissione nell'Italia di oggi. Il tono non sfigurerebbe in un western di serie B.

 

 

Messaggio per Di Maio.

 

 

Una newsletter che vi rimanda a un blog, si rischia il corto circuito, ma ne vale la pena perché questa roba dell'autonomia regionale si porterà nella cena di oggi e in molte prossime.

 

 

Un altro thread per capire i danni che deriveranno dalle misure indirette e punitive contro i migranti.

 

 

Un dato che ci parla anche di dinamiche elettorali.

 

 

Per i rari casi di conversazione su temi fiscali e regolatori.

 

 

Guaidò non sfonda e si comincia a ragionare sul post tentativo. Entrambi i contendenti oltre a una nutrita schiera di osservatori erano cattivissimi su Twitter, ora invece c'è stato un calo generale della presenza pubblica e questo non fa per niente pensar bene. Per la precisione è Maduro a restare sulla scena, con il suo stile tipicamente assertivo.

 

 

Il candidato alla primarie democratiche per la Casa Bianca, Pete Buttigieg, e suo marito.

 

 

Così potrebbe saltare molto business pubblicitario e simili.

 

 

Dal Palazzo per tenere buona la curiosità diffondono una principessina quale che sia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • pereoto

    pereoto

    04 Maggio 2019 - 00:12

    Golpe?? Per piacere. I golpe (2) li ha tentati Chavez nel 1992, con un bilancio tra 100 e 300 morti. L’autogolpe l’ha fatto Maduro, esautorando il parlamento democraticamente eletto, impedendo il referendum richiesto dall’opposizione nel 2016 (previsto dalla costituzione e a cui lo stesso Chavez si sottopose nel 2004) e organizzando plebisciti personali cancellando l’opposizione. Guiado è il leader di un’insurrezione popolare contro un regime militare. Certo se non avrà un appoggio reale dai paesi democratici e continueremo a fare i neutrali, se le forze armate venezuelane non hanno un po’ di sentimento democratico, un ventennio di regime militare non si scardina con i tarallucci. Mussolini ha avuto bisogno degli alleati, e dei partigiani, altrimenti restava al potere come Franco fino all’ultimo respiro.

    Report

    Rispondi

  • verypeoplista

    verypeoplista

    02 Maggio 2019 - 19:07

    Egrigio sig. De Filipp di oggi : si attendeva da Lei, buontempone, una battuta sui francesi che insistono su Leonardòn (cosi fa rima con Macron) da Vincì che viene chiamato, parbleu, il "genio francese" anche dalla TV francese de la soirè. Sintesi: ma Mattarella è andato là per suggello alla nascita del fu francese?. Com'è triste Parigi.... col duo MA-MA .

    Report

    Rispondi

Servizi