Da Calenda all'ipocrisia salutista. Di cosa parlare stasera a cena

Idee e spunti per sapere quello che succede nel mondo selezionati da Giuseppe De Filippi

15 Febbraio 2018 alle 18:49

Da Calenda all'ipocrisia salutista. Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

Il tweet del giorno è di Emma Bonino

 


  

Tra poco più di due settimane si vota. Cosa succederà? Un sondaggio Swg dice che al Senato un accordo di larghe intese tra Forza Italia e Pd supererebbe il 41 per cento e quindi avrebbe, presumibilmente, la maggioranza dei senatori eletti. C'è da fidarsi? Chissà, tanto tra un po' non i sondaggi saranno azzittiti.

 

Il Movimento 5 stelle dopo i rimborsi sembra avere un problema di massoni. All'inizio c'è stato il caso di Catello Vitiello in Campania. Oggi  in Campania. Oggi il Foglio smaschera Piero Landi, candidato del partito di Grillo e Casaleggio nel collegio uninominale della Camera a Lucca e iscritto alla loggia Francesco Burlamacchi. Dal politburo grillino ecco scattare l'espulsione.

 

Per finirla qui e per non farsi catturare dallo gnègnè della sindaca Raggi. Tanto le storielle da cena su voragini e altri disastri le sapete. Volendo salire un po' di tono c'è appunto da considerare il tema della incomunicabilità istituzionale, con il neo feudalesimo di poteri locali che si chiudono nel loro ambito e non sanno realizzare nulla in modo collaborativo (nel caso romano complice anche un bel po' di incapacità).

 

Scusate, non per fare Calenda-news, ma il fattivo ministro ci viene incontro con un risultato di primario rilievo: il passaggio on mani svizzere e con progetti di sviluppo della produzione di alluminio ex Alcoa. Si riporta lavoro nel Sulcis e gli operai locali sanno benissimo come è andata e chi li ha aiutati. Ora Calenda ha messo tra gli obiettivi anche il rilancio di Eurallumina, altro pezzo della realtà produttiva di Portovesme. Guardate che da quelle parti non si muoveva una paglia da anni. Comunque discutere a cena sulla visibilità di un ministero che ha il vantaggio di affrontare un problema alla volta, non grandi questioni ma vicende specifiche. E se ci si sa fare i risultati arrivano e l'immagine pure.

 

Tolto Calenda la borghesia auspica, spera, ma si dà da fare? Mica tanto. Vedremo tra oggi e domani che sapranno dire i confindustriali di base riuniti a Verona.

 

Intanto si esporta sempre di più e insomma se vi va parlate, finalmente con distacco e serenità, di come si sta bene nella globalizzazione.

 

Il grillismo produttivista è pre-grillino ed è veneto, come la Liga Veneta era pre-leghista. Insomma per capire qualcosa vedete cos'è questa Confapri e perché manda in confusione i 5 stelle.

  


 

Il nuovo presidente del Sud Africa è anti corruzione. Gli spunti siano quindi altri, se no la cena diventa noiosissima.


Il grillismo produttivista è pre-grillino ed è veneto, come la Liga Veneta era pre-leghista. Insomma per capire qualcosa vedete cos'è questa Confapri e perché manda in confusione i 5stelle.

 

A cena si parla di cibo e oggi ci sono due spunti meritevoli. Intanto si proponga una bella polenta, buona e sana, con mais ogm, oggi ulteriormente scagionato da un nuovo studio di alto livello. Mentre dall'America un po' di ipocrisia salutista da stigmatizzare, con i menu di McDonald's che nasconderanno la parte più succulenta.

 


 

Dalle olimpiadi la storia del pattinatore che vince oro per la Germania ma quasi non sa il tedesco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi