Dall'incidente ferroviario di Pioltello a Oprah Winfrey che rifiuta di candidarsi

Idee e spunti selezionati da Giuseppe De Filippi per sapere quello che succede nel mondo

25 Gennaio 2018 alle 18:04

Oprah Winfrey

Oprah Winfrey (foto LaPresse)

Tre donne sono morte, decine i feriti, tra cui alcuni gravi, nel disastro ferroviario di questa mattina a Pioltello sulla linea tra Cremona e Milano. Gli aggiornamenti di cronaca continueranno ad arrivare, con il dolore dei parenti delle vittime e i nuovi particolari sulle cause dell'incidente, tra le quali sembra evidente la rottura di una rotaia.

 

Qui possiamo consigliare di rifiutare le discussioni su responsabilità attribuite in base a simpatie e antipatie: tra chi azzanna le società di gestione dei servizi e chi se la prende con la rete ferroviaria, tra chi incolpa la regione e chi colpevolizza a prescindere gli immancabili, ma mai precisamente indicati, tagli del governo. Purtroppo di simili discussioni ce ne sono, compreso qualche scivolata verso lo sciacallaggio, ovviamente proveniente dal mondo a 5 stelle, cercate di starne lontano.

  

La sicurezza non dovrebbe neppure essere un obiettivo politico, ma banalmente un requisito preventivo, sul quale neppure discutere. Delle condizioni del trasporto locale la politica invece dovrebbe appassionarsi, almeno (ci si accontenterebbe della metà) quanto lo fa per fissazioni nazionali come le pensioni. Come strumento di consenso, con il vantaggio di essere anche perfettamente legittimo, sarebbe straordinario, eppure, misteriosamente, è del tutto tralasciato e i treni per i pendolari diventano un ottimo e fondato strumento di dissenso, almeno due volte al giorno. 

  

Ovviamente - uscendo dalle assurde polemiche di giornata - però servono investimenti e capacità di spendere e controllare. Fa molto rabbia che gli interventi da fare sulla rete fossero noti e anche decisi. Mentre proprio in questi giorni era partito il piano nazionale che nel giro di 5 anni porterà a rinnovare i treni regionali e a rafforzare i servizi locali. Sul sito della polizia ci sono aggiornamenti e immagini della sciagura

  


 

Il discorso del presidente Sergio Mattarella per la Giornata della Memoria lo trovate qui e dice tutto quello che c'era da dire

 

Trump si arrampica sulle parole per trovare le sfumature giuste dell''America first. Parlare degli sforzi evidenti di chi cerca di mantenere il massimo possibile di libero scambio, al riparo dalle intemerate. Ricordare, per la conversazione a cena, quanti prodotti stiamo usando con provenienza di importazione e quanti potrebbero essere soggetti a dazi e quindi costare di più.

 


  

Sempre un più informato degli altri David Carretta ci ricorda però che a proposito non poteva mancare l'effetto interno alla coalizione di centrodestra, prontamente notato anche fuori dall'Italia

 

  


 

Mentre da Francoforte, dove era riunito il board della Bce, anche Mario Draghi interviene a favore del libero commercio, almeno per il mantenimento dell'attuale grado di apertura dei mercati europei. Intanto complimenti agli organizzatori del Wef: Davos centrale nel mondo, più delle sedi deputate al grande confronto internazionale.

   

Questa è la chiacchierata con InStyle in cui Oprah Winfrey nega di voler competere per la presidenza degli Stati Uniti e dice di non avere proprio le caratteristiche adatte a una simile sfida politica. Per la conversazione a cena si può paragonare questa serie di dichiarazioni

 

Con il sì di Stefano Parisi alla proposta di candidatura con il centrodestra per la presidenza della regione Lazio. Molto gli spunti per avviare discorsi anche di taglio storico a partire dalla sua biografia. Tra Cgil, Confindustria, Psi, ruolo da city manager al comune di Milano, guida di Fastweb, sfida per diventare sindaco di Milano (Io corro per Milano), indicazione ricevuta come possibile leader/premier di Forza Italia, fondazione di Energie per l'Italia. Una eccezionale caparbietà nelle vittorie e nelle sconfitte gli va riconosciuta  e può portare a vari sviluppi nella conversazione serale

 

Dal Lazio in tutta la sua estensione, a Roma, ma sempre di scontri politici parliamo. Non pensiate che Carlo Calenda intenda mollare nella sua replica colpo su colpo a Virginia Raggi

 

 


  

Di scimmie clonate, infine, non si dovrebbe parlare a cena, né ieri né oggi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi