cerca

Da Gentiloni a Davos ai concorsi di bellezza per cammelli. Di cosa parlare stasera a cena

Idee e spunti selezionati da Giuseppe De Filippi per sapere quello che succede nel mondo

24 Gennaio 2018 alle 18:15

Da Gentiloni a Davos ai concorsi di bellezza per cammelli . Di cosa parlare stasera a cena

Foto LaPresse

A DAVOS

 

Il tweet del giorno è di Christine Lagarde.

 

 

E a Davos valida prestazione di Paolo Gentiloni. Doveva fare una bella figura, visto che lì sulla montagna incantata non c'è altro in palio, ma sappiamo bene quanto sia difficile non farsi invischiare dal desiderio di compiacere, facendo il classico temino, o dalla voglia di stupire, uscendone però spesso come dei cialtroni. Gentiloni non ha sbagliato una parola ed è anche riuscito a dire qualcosa di interessante e utile sia per il mondo sia per il suo paese. Dal presidente del consiglio italiano, dal presidente francese Macron, dalla Cancelliera Merkel, validissimi argomenti a favore del mantenimento del libero scambio e contro il protezionismo. Una delle divisioni evidenti e nette della politica moderna: apertura contro chiusura. L'integrale di Gentiloni è qui.

  

Perché però non c'é Melania sulle montagne innevate?


 

Come interpretare (e come parlarne) l'attacco rivendicato dall'Isis contro le strutture di Save the Children in Afghanistan. Da questo link una testimonianza diretta, mentre in Italia imperversa una polemica non di alto livello tra accusatori e difensori delle Ong.

 

 


 

Un po' di nostalgia anni 90 con il ritorno della vicenda delle quote latte. Siete a cena, vero, ma con garbo si possono ricordare le gesta dello sparaletame, la micidiale macchina da guerra dei cobas del latte (sostenuti dalla Lega Nord e dai governi cui partecipava all'epoca e poi defluiti verso varie organizzazioni politiche di stampo populista)

 

 


NOTIZIE CAPITALI 

 

A Parigi si tiene d'occhio la Senna, tema con decine di spunti per parlarne a cena. Ai catastrofisti ricordare che nel passato ci furono decine di piene (crue), una famosa nel dicembre 1919.

  

Londra altro che Nuvola, si punta sulla Palla da Golf e sarà una sala da concerto eccezionale. E quindi si può chiacchierare di Londra, Fuksas, Roma.

  


  

Anche per la grande stampa popolare tedesca la gara di bellezza tra cammelli, inquinata dallo scandalo botulino, diventa un MIss Kamel trophy. Spunti per parlarne: ma perché non mister Kamel, chi dice che sono cammelle? Altra possibilità di discussione è il parallelo tra botulino in gare di bellezza e doping in gare sportive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi