cerca

Lucho il ribelle

Sepúlveda dimostrò che si poteva scrivere con brillante svagatezza dritti verso un’esplosione finale

16 Aprile 2020 alle 18:21

Lucho il ribelle

(foto LaPresse)

Quando uno scrittore che pubblica libri sia per ragazzi sia per adulti si sente fare l’eterna domanda, “qual è la differenza?”, gli tocca inventarsi una risposta sul momento; la verità è che la risposta non c’è, a parte un sano disprezzo per tutti quelli che pensano che scrivere per ragazzi significhi semplificare, al massimo bisogna far valere la risposta di Dino Buzzati: “E’ come scrivere per tutti, però più difficile”. Un’altra risposta è non dire nulla, ma indicare i modelli...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Nadia Terranova

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi