cerca

Il pessimista gioioso

Fustigatore dell’occidente che odia se stesso, Roger Scruton è stato il filosofo malinconico e clandestino dell’Europa comunista e di quella conformista. Un fogliante d’adozione

14 Gennaio 2020 alle 06:00

Il pessimista gioioso

Roger Scruton, filosofo e saggista inglese, è scomparso a 75 anni. Qui il Principe Carlo lo insignisce del titolo di baronetto (foto LaPresse)

"Arrivai in Polonia nel 1979: il paese stava ribollendo a causa dell’elezione di Karol Wojtyla al trono di San Pietro. C’era il Papa polacco, c’era questa rinascita del sentimento religioso, c’era la sensazione che qualcosa stesse cambiando, che il terreno cominciasse a tremare. Ma scendendo dal treno a Cracovia, il silenzio totale. E’ stata la cosa che mi ha colpito di più. Dappertutto, silenzio. Se andavi in un bar o in un ristorante la gente borbottava o sussurrava, non c’era...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    14 Gennaio 2020 - 20:59

    Grazie, a Giulio Meotti. Grazie grazie grazie grazie. Il Foglio non sarebbe il Foglio senza Giulio Meotti. Punto.

    Report

    Rispondi

Servizi