cerca

La poetessa lieve

Un nuovo libro per entrare nella vita di Wislawa Szymborska. In punta di piedi, tra i suoi versi sottilissimi e veloci come giavellotti

2 Dicembre 2019 alle 11:42

La poetessa lieve

Elaborazione grafica Il Foglio

Non c’è vita che almeno per un attimo non sia stata immortale (“Gente sul ponte”, Wislawa Szymborska)   Wislawa Szymborska era piccolissima, come piccola e minuta è la sua poesia. I suoi versi hanno una consistenza quasi corporea, sono leggeri, taglienti. Sono foglie o giavellotti. Sono aeroplanini di carta che portano messaggi rapidi, ma indelebili. In questi messaggi che sono poesie Szymborska scriveva di lei, della sua vita, di ciò che vedeva, ciò che sentiva, scriveva di oggetti, di case...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Micol Flammini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi