cerca

Paris romantique

La città di Chateaubriand e Baudelaire era una vecchia cortigiana piena di sogni e passioni Tra intrighi e giochi di potere, non ha mai rinunciato alla sua arte. Una mostra nostalgica

8 Luglio 2019 alle 15:20

Paris romantique

Paul Carpentier - Episode du 29 juillet 1830, au matin

La Parigi romantica che si sveglia sotto l’occupazione dei cosacchi di Alessandro I, all’indomani della sfortunata campagna di Francia voluta da Napoleone, è una città di seicentomila abitanti. Una città ancora rurale, circondata di boschi, prati verdi, fattorie, dove la speculazione immobiliare è al di là da venire. L’enorme tela di George Arnald del 1822 la dipinge dall’alto della collina Montmartre, come avrebbe potuto vederla Rastignac, il provinciale ambizioso della “Comédie humaine” di Balzac, che appena “monté”, lancia alla città...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Marina Valensise

E' stata una delle prime firme del Foglio, dove si occupa di libri e di idee. Ha scritto un libro su Sarkozy (Mondadori, 2007), curato l'edizione italiana di vari saggi di François Furet, pubblicato un libro di viaggi nel Sud d’Italia, "Il sole sorge a Sud. Viaggio contromano da Palermo a Napoli via Salento" (Marsilio, 2012), una biografia dell’Hôtel de Galliffet, in edizione bilingue e illustrata (Skira 2015) e un saggio sulla sua esperienza alla direzione a Parigi dell'Istituto italiano di cultura dal 2012 al 2016, "La cultura è come la marmellata. Promuovere il patrimonio con le imprese" (Marsilio 2016).

Nel 2017 ha fondato un'agenzia di consulenza (vale, valorizziamo aziende artisti lavoro, esperienze)  per produrre progetti tagliati su misura per le imprese desiderose di investire nell'arte e nella cultura.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi