cerca

Fuoco sacro

Un pianeta precipita sulla Terra e la distrugge. E’ l’idea distopica della Russia di “Chovanšcina”, fra proteste e lamenti e nessuna redenzione

17 Giugno 2019 alle 11:21

Fuoco sacro

Musorgskij racconta la rivolta dei Vecchi Credenti contro le politiche di Pietro il Grande. Alla Scala con la regia di Mario Martone e le scenografie di Margherita Palli. Sul podio Valery Gergiev

Un falò (vero) illumina la notte; le fiammelle (vere) di un candelabro oscillano al vento; sottili lingue di fuoco (proiettate) fuoriescono dalla bocca di una torre industriale; il rogo di un pianeta (altra proiezione) strugge tutto tra vampe purificatrici. E’ l’incendio, alluso o manifesto, sotto controllo o incoercibile, l’allegoria scelta da Mario Martone a rappresentare lo scontro di idee, concezioni del mondo e della spiritualità, che divampa lungo i sei quadri di “Chovanščina”, opera pressoché compiuta (tra il 1872 e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi