cerca

Beato nel far west

Un libro di culto, per Jung e il Sessantotto. La causa di beatificazione avviata. Ritratto di Alce Nero, il Sioux convertito al cattolicesimo

15 Aprile 2019 alle 11:30

Beato nel far west

Nicholas Black Elk è morto nel 1950. A nove anni aveva avuto la visione che ne avrebbe fatto un Uomo della Medicina, mediatore tra il mondo degli Uomini e quello degli Spiriti (Foto via Facebook)

Pubblichiamo in questa pagina un estratto del nuovo libro di Maurizio Stefanini, 'Alce Nero. Un 'beato tra i Sioux' (Mimep-Docet), biografia dello sciamano pellerossa che fu punto d'incontro fra una tradizione di spiritualità ancestrale e il cristianesimo   Sant’Alce Nero il Sioux; ma in realtà si dovrebbe dire: San Cervo Nero il Lakota. Il nome originale dell’Uomo della Medicina per cui a Baltimora la Conferenza dei vescovi degli Stati Uniti ha fatto partire la causa di beatificazione era infatti: Heháka...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi