cerca

Passate al digitale: coi biglietti di carta ci facciamo i mosaici

L'azienda di trasporti britannica East Midlands Trains ha commissionato all'artista Ed Chapman dieci ritratti a mosaico, realizzati con migliaia di ticket riciclati

21 Giugno 2018 alle 18:33

L'artista inglese Ed Chapman è famoso per le sue opere a mosaico di personaggi famosi. Ora ha utilizzato migliaia di biglietti ferroviari di carta riciclati, sui quali ha speso 280 ore. L'azienda di trasporti britannica East Midlands Trains ha commissionato l'opera per incoraggiare i passeggeri a passare dai biglietti cartacei a quelli digitali: le immagini di 10 volti famosi sono state realizzate su 3.000 biglietti, che rappresentano il numero medio di biglietti cartacei venduti da EMT ogni ora.

   

Champan ha creato numerose opere d'arte con una vasta gamma di materiali: piastrelle di ceramica, cubetti di zucchero, vetro, telefoni cellulari e monete. Per celebrare l'85mo compleanno di Clint Eastwood, il 31 maggio 2015, l'artista di Salford ha riprodotto l'immagine dell'attore che fissa la canna di un fucile componendola con proiettili: esattamente 8.890 cartucce. Nel 2013, per l'uscita di un nuovo album di materiale da studio di Jimi Hendrix, la Fender gli ha invece commissionato il ritratto del mitico chitarrista, realizzato da 4.000 plettri. E due anni fa ha creato un ritratto a mosaico di David Bowie, componendo centinaia di frammenti di dischi in vinile.

  

I ritratti a mosaico richiedono ore di sforzo minuzioso e sono costruiti da centinaia di frammenti, alcuni non più grandi di un paio di millimetri. Ogni pezzo è accuratamente tagliato a mano e posizionato su una base rigida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi