cerca

A sud di Carmelo Bene

Torna alla Mostra del cinema di Pesaro “Nostra Signora dei Turchi”, nel ’68 un film anti Sessantotto

18 Giugno 2018 alle 11:14

A sud di Carmelo Bene

Carmelo Bene (foto LaPresse)

Sono io il cinema di me stesso. E’ sempre lui. E’ come un’ala di giovinezza che incendia i vegliardi. Come Frate Asino. Come San Giuseppe da Copertino che si faceva ali caricandosi della propria natura maldestra, a bocca aperta, pregando, volando, lui resta lui. E pare di sentirlo – echeggiare dal sé assente – ed è Carmelo Bene che disdice il nulla filmico. Dirà: “Quando parlo di cineasti penso a Borges, penso a Joyce, a Gounod; cineasta è un termine...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi