Il cieco che vede lontano

Camilleri in scena come Tiresia, un antidoto al chiasso contemporaneo. Parla il regista Roberto Andò

11 Giugno 2018 alle 15:07

Il cieco che vede lontano
"Tiresia oggi? Sarebbe in imbarazzo, si rifugerebbe nel silenzio perché – spiega Roberto Andò – viviamo un momento che lascia sgomenti”. Meglio tacere: che paradosso per l’indovino Tiresia che aveva il dono di predire il futuro, di indicare con la parola ciò che non era ancora, ma che presto sarebbe stato.   Un grande regista, Roberto Andò, dirige un grande scrittore, Andrea Camilleri nelle “Conversazioni su Tiresia”, prodotto dalla Fondazione Inda, in scena l’11 giugno al teatro greco di Siracusa....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi