Carte d'identità

Ci rappresentano sui documenti per anni. Ma siamo davvero noi quelli ritratti sulle nostre fototessere (che non ci piacciono mai)?

Carte d'identità

Foto LaPresse

E’ l’oggetto più comune. Tutti ne abbiamo almeno una. Copie conformi della nostra identità racchiuse in 40 millimetri per 33. Sfondo “grigio, crema o celeste, oppure bianco”, nessun altro oggetto o soggetto, la testa centrata, il viso non inclinato, lo sguardo rivolto verso l’obiettivo, nessun copricapo, l’espressione neutra. La legge ci vuole così. Ma siamo veramente noi quelli rappresentati nelle fototessera che “ornano” i nostri anonimi documenti?   Per quanti sforzi facciamo, la fototessera è per definizione una foto "brutta"....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi