cerca

Cavi elettrici e crocefisso

Quanti problemi comporta risistemare una casa, soprattutto quando si è molto giovani e si ha poco tempo e ancor meno soldi per mettere a posto tutto. A volte però le esperienze con muratori, falegnami e tecnici applicati riservano piacevoli sorprese.

9 Novembre 2009 alle 10:48

Quanti problemi comporta risistemare una casa, soprattutto quando si è molto giovani e si ha poco tempo e ancor meno soldi per mettere a posto tutto. A volte però le esperienze con muratori, falegnami e tecnici applicati riservano piacevoli sorprese. Tra pochi mesi mi sposerò e nel breve intervallo che separa me e la mia fidanzata dal matrimonio inganno l’attesa con la ristrutturazione della casa dove andremo a vivere. E’ un edificio vecchio nell’hinterland milanese, e ha bisogno di parecchi lavori. Primo fra tutti la creazione ex novo dell’impianto elettrico. Così, dopo aver fatto il progetto sulla carta, abbiamo dato il via libera ai muratori, che hanno disegnato le tracce sui muri per indicare la rete di cavi elettrici. Quando abbiamo controllato che le linee guida fossero corrette, ci siamo accorti che il muratore, pur di non togliere il crocefisso appeso alla parete della cucina, aveva segnato i tratti e poi aveva scavato la parete passando attorno al simbolo religioso presente nella stanza. Una vera e propria circumnavigazione che non aveva spostato di un millimetro il crocefisso, ma lo aveva lasciato rigorosamente così come si trovava. Evidentemente anche il nostro muratore è contrario alla decisione di Strasburgo, che impone di nascondere il simbolo cristiano nelle aule scolastiche e non ha pensato che fosse “una violazione della libertà d’espressione”. Noi non ci saremmo di certo offesi se avesse lo temporaneamente rimosso, ma abbiamo apprezzato tanto rispetto. Ora speriamo i lavori procedano con altrettanta attenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi