cerca

Mi viene in mente di Radi

Mi viene in mente di Radi, fin che preparo la cena.
Avevano tutti asciugamani di spugna,
o costumi,
o bermuda di lino e panama bianchi da vendere.

16 Luglio 2009 alle 14:19

Mi viene in mente di Radi, fin che preparo la cena.
Avevano tutti asciugamani di spugna,
o costumi,
o bermuda di lino e panama bianchi da vendere.
Camminavano pesanti, sulla sabbia, trascinando i piedi,
ognuno con il suo asciugamani, o aquilone,
in mano,
da vendere.
Radi, invece, ombrelli.
-Ombrelli, che domani piove!- e si ferma.
Voglio far due chiacchiere, glielo dico.
Nove anni, e tre fratelli. C’è sole alto, alle due del pomeriggio.
-Tutti noi vendiamo ombrelli in spiaggia-
Non ha sorelle, Radi.
-ma perché vendi ombrelli, d’estate?-gli faccio.
Mi guarda, strizza gli occhi contro il sole.
-bisogna chiederlo a mio papà. Io non lo so, il perché-
E và.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi