Il Cav. ricoverato al San Raffaele

Redazione

In ospedale da ieri sera per accertamenti. Dalla tac risulta un principio di polmonite bilaterale

Ieri sera Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele di Milano per accertamenti, dopo che mercoledì è risultato positivo al Covid-19. Secondo quanto risulta da fonti sanitarie, la diagnosi della tac a cui il Cav. è stato sottoposto è una polmonite bilaterale allo stato precoce.

      

 

Zangrillo dice che la "situazione è confortante"

   
 
Il Cav. “non è intubato e respira da solo. Sono ottimista”, dice Alberto Zangrillo, medico di fiducia dell'ex premier, parlando con i giornalisti nel pomeriggio. “La situazione clinica è allo stato attuale tranquilla e confortante con indici clinici compatibili con quello che abbiamo osservato prima clinicamente e poi in diagnosi”, continua, specificando che si tratta di un “blando coinvolgimento polmonare”.

      

"Certo non ci voleva, ne ho passate tante ma supererò anche questa", ha detto Berlusconi in un'intervista alla Stampa pubblicata questa mattina. "Adesso che mi riguarda personalmente, e non solo me ma anche la mia famiglia, mi rendo conto di quanto sia grave la tragedia che ci è capitata. Mi rendo conto di quanti lutti ha seminato nelle famiglie. Penso a chi non c'è più e a chi perso i propri cari". 

   

Mercoledì, nel tardo pomeriggio, Zangrillo aveva annunciato il risultato positivo del tampone effettuato per il recente soggiorno del Cav. in Sardegna. “È asintomatico, in isolamento a domicilio”, aveva fatto sapere. Da allora e fino a ieri sera, Berlusconi è rimasto nella sua residenza di Arcore, sotto osservazione. Oltre a lui sono risultati positivi al Coronavirus anche i figli Luigi e Barbara e la fidanzata Marta Fascina. 

Di più su questi argomenti: