cerca

La nuova disciplina per i carabinieri

Piacenza e il sintomo di problemi che vanno al di là delle responsabilità penali dei singoli

23 Luglio 2020 alle 20:10

La nuova disciplina per i carabinieri

Foto LaPresse

Il sequestro della stazione dei carabinieri di Levante di Piacenza, dopo che sono state scoperte le attività ignobili dei militari di stanza è già di per sé un fatto straordinario. Non lede l’onorabilità dell’Arma, come dice il comandante? Naturalmente i reati sono sempre personali, e quindi dal punto di vista giudiziario saranno chiamati a risponderne coloro nei confronti dei quali saranno raccolte prove di illeciti commessi direttamente o agevolati da una mancata sorveglianza.   Ma non c’è solo l’aspetto penale:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • joepelikan

    24 Luglio 2020 - 15:46

    Ad un problema morale non si può dare una risposta tecnica. Qual è il modello morale del Carabiniere? A quali ideali si ispira l'Arma? Sono questi ideali solo detti nelle pubbliche cerimonie o ossessivamente applicati? Si tollerano condotte lesive di tali ideali? A mio avviso l'Arma, se vuol essere un'istituzione aristocratica, deve conservare l'aristocrazia nei modi, negli stili, nelle condotte quotidiane. Come ti vesti? Chi frequenti? Come parli? Sei sposato? Hai figli? Che scuole fanno? Che compagnie frequentano? Vai in chiesa? Dove vivi? Sono tutte cose essenziali, più essenziali di qualsiasi concorso, che dovrebbero determinare la carriera. Certo, la burocrazia pubblica non accetterebbe mai che le promozioni si facessero su queste basi. E inoltre, rotazione, rotazione, rotazione. Mai più di cinque anni in una stessa sede.

    Report

    Rispondi

  • Minerva

    24 Luglio 2020 - 08:00

    La cosa impressionante, mettendo in fila i molti eventi tragici che hanno visto coinvolti i carabinieri (che nonsi devono controbilanciare con gli eroismi che pur ci sono stati, poiche' stiamo parlando di come evitare le infezioni interne della quarta arma italiana) e' la mancata attivita' del controllo interno. Come e' possibile che sia cosi inefficiente l'attivita' (necessariamente in adeguata copertura) degli uffici per il controllo interno dei comportamenti illeciti? In realta', nella PA ci sarebbe anche io strumento del cosidetto whistleblowing (legge 179/2017), che dovrebbe essere un grosso disincentivo a condotte illecite, ma la gestione del nome del whistleblower porta ad un suo utilizzo non molto ampio (per usare un eufemismo), purtroppo.

    Report

    Rispondi

Servizi