cerca

Sopravvissuta alla Shoah, scortata in Italia

L’immagine di Liliana Segre con la polizia è indegna di un paese civile

7 Novembre 2019 alle 21:02

Sopravvissuta alla Shoah, scortata in Italia

Liliana Segre (foto LaPresse)

“Sgomento per la notizia della scorta alla senatrice Segre. A lei la nostra solidarietà e il ringraziamento per l’impegno contro l’odio razziale. Una sopravvissuta di 89 anni sotto scorta simboleggia il pericolo che corrono le comunità ebraiche ancora oggi in Europa. Apprezziamo lo sforzo delle autorità italiane nel combattere l’antisemitismo e invitiamo anche il governo italiano al recepimento della definizione di antisemitismo dell’Ihra (International Holocaust Remembrance Alliance). Un impegno preso dalla Camera dei deputati e dal presidente Conte”. Quello di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carlo A. Rossi

    08 Novembre 2019 - 12:12

    Sì, l'evento in sé mette tristezza. Mette comunque altrettanta tristezza una certa strumentalizzazione di questa vicenda. Quando Liliana Segre viene insultata, soprattutto se a causa della sua esperienza di sopravvissuta, merita ogni protezione possibile. Quando però azzarda valutazioni politiche quantomeno discutibili (l'equazione "migranti respinti=ebrei", di cui non è la sola latrice), in quanto senatrice dello Stato, può anche attendersi qualche critica, che resti però nell'ambito di un dibattito politico civile. Personalmente, invece, mi sembra che politici di un certo schieramento e "intellettuali" affini non riescano a scindere le due persone e le relative problematiche, per scopi ideologici e politici neppure troppo occulti. Dispiace dover fare un po' di distinguo su una vicenda che, da ogni parte la si guardi, è penosa. Ma tant'è.

    Report

    Rispondi

Servizi