cerca

L'ultimatum di Salvini e il nuovo presidente della Catalogna. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo giovedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

17 Maggio 2018 alle 20:47

Barcellona, Quim Torra eletto nuovo presidente della Catalogna

Barcellona, Quim Torra eletto nuovo presidente della Catalogna (foto LaPresse)

DALL'ITALIA

  

“Lunedì o si chiude o la parola torna a Mattarella”, ha detto Matteo Salvini commentando i negoziati tra la Lega e il M5s sul contratto di governo: “Altro tempo non ne vogliamo portare via. Sono ottimista per natura, ma bisogna essere anche realisti”.

Dal contratto di governo è saltato lo stop ai lavori per la costruzione della linea Tav Torino-Lione.


      

Crolla dell’8 per cento il titolo Mps dopo le parole di Claudio Borghi, responsabile economico della Lega, secondo cui il cambio della governance di Mps “non entra nel contratto ma è abbastanza probabile, quasi naturale pensarlo”.

“Le dichiarazioni dell’on. Borghi hanno creato una crisi di fiducia” che mettono “a repentaglio l’investimento effettuato con risorse pubbliche”, ha detto il ministro dell’Economia, Padoan.


     

Borsa di Milano. FtseMib +0,29 per cento. Differenziale Btp-Bund a 153 punti. L’euro chiude stabile a 1,18 sul dollaro.

    

   

DAL MONDO

    

L’Unione europea rimane unita sull’accordo con l’Iran e promette di continuare i colloqui con Washington. Lo ha assicurato Angela Merkel che ha precisato che durante l’incontro previsto oggi con Vladimir Putin le sanzioni e i rapporti dell’Ue con Donald Trump non sono all’ordine del giorno.

A Sofia l’Ue ha promesso ai sei paesi dei Balcani relazioni più strette ma la loro adesione non sarà rapida a causa delle dispute regionali da risolvere.


    

Si è insediato Quim Torra. Il presidente della Generalitat durante il giuramento ha promesso fedeltà al popolo catalano e non alla Costituzione spagnola.


     

Londra nell’unione doganale dopo il 2021. Il governo britannico ha preso la decisione per evitare un confine rigido con l’Irlanda.


    

Seul è “ignorante e incompetente”, ha detto il capo negoziatore per i colloqui di pace nordcoreano.


    

C’è stato un caso di ebola in area urbana nella Repubblica democratica del Congo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi