cerca

La crescita del pil in Italia e l'accordo sul budget negli Stati Uniti. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo mercoledì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

7 Febbraio 2018 alle 21:16

La crescita del pil in Italia e l'accordo sul budget negli Stati Uniti. Le notizie del giorno, in breve

Foto LaPresse

DALL'ITALIA

 

Il pil italiano è cresciuto dell’1,5 per cento nel 2017 secondo la Commissione europea. “Le prospettive di crescita restano moderate”, si legge nelle previsioni economiche dell’Ue, che ha anche rivisto al rialzo le stime per il 2018.

 

Il reddito delle famiglie italiane è in aumento dello 0,8 per cento nel terzo trimestre del 2017, secondo l’Ocse.

 


 

“L’interesse per Italo è molto positivo”. Lo hanno detto i ministri Padoan e Calenda, secondo cui “la quotazione sarebbe il coronamento di una storia di successo”.

 


 

“Il voto porti stabilità” all’Europa e all’Italia. E’ l’auspicio del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in vista delle elezioni del 4 marzo.

 

“No a ogni ipotesi di condono”, ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, commentando la proposta di Forza Italia di una sanatoria edilizia.

 


 

Tim conferma lo scorporo della rete. L’ad Amos Genish ha presentato il piano al ministero dello Sviluppo economico .

 


 

Berlusconi è stato rinviato a giudizio dalla Procura di Roma nell’ambito del processo Ruby ter.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib a +2,86 per cento. Differenziale Btp-Bund a 120,5 punti. L’euro chiude in calo a 1,23 sul dollaro.

 


DAL MONDO

 

Il Senato americano ha raggiunto un accordo sul budget, che sarà rinnovato per altri due anni e comporterà l’eliminazione di una serie di vincoli di spesa sulla Difesa e sugli investimenti interni. Alcuni democratici hanno detto tuttavia che non voteranno a favore senza soluzioni sulla questione dei “dreamer”.

 

Rob Porter, segretario dello staff della Casa Bianca, si è dimesso dopo che le sue due ex mogli lo hanno denunciato sui media per abusi domestici.

 


 

L’Iran e la Turchia violano il diritto internazionale con i loro interventi in Siria. Lo ha detto il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, il quale ha detto anche che “tutte le indicazioni mostrano che, verosimilmente, il regime siriano ha usato armi chimiche”.

 

Israele ha attaccato una posizione militare del governo siriano a Jamraya, colpendo un deposito di munizioni. E’ un sito dove si sospetta siano stoccate armi chimiche.

 


 

No alle liste transnazionali alle Europee. Il Parlamento Ue ha respinto la proposta di eleggere i parlamentari vacanti del Regno Unito tramite liste a livello europeo.

 


 

Sette morti in un terremoto a Taiwan. Secondo le autorità più di 200 persone sono rimaste ferite nel sisma di magnitudo 6.4. Sessantasette sono ancora disperse.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi