Milano ci riprova con l'Ema e Amazon si allea con JpMorgan. Le notizie del giorno, in breve

Tutto quello che è successo martedì in Italia e nel mondo senza fronzoli, fuffa e divagazioni

Giuseppe Sala

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala (foto LaPresse)

In Italia

 

La commissione banche non ha un testo votato all’unanimità. Dopo il tentativo del presidente, Pier Ferdinando Casini, che ha tentato di far convergere i voti su un documento “privo di giudizi politici”, la commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario ha terminato i lavori senza una relazione unitaria a causa del mancato accordo tra i partiti.

 


 

“Leu non è per il centrosinistra unito”, a differenza del Pd che invece “lavora per l’unità”, ha detto Romano Prodi. L’ex presidente del Consiglio ha aggiunto che voterà per “l’affermazione del centrosinistra”. Grasso ha replicato: “Siamo divisi per volontà di Renzi”.

 


  

Il governo verso il ricorso per l’Ema per portare la sede dell’Agenzia europea del farmaco a Milano. La sede provvisoria, Amsterdam, non avrebbe i requisiti.

 


 

Tim vuole scorporare la rete fissa e ha presentato un progetto che verrà discusso dal governo, l’AgCom e il Consiglio d’amministrazione. 

 


 

Giovedì i commissari di Figc e Lega. Secondo le indiscrezioni, saranno Giovanni Malagò e Roberto Fabbricini a ricoprire le due cariche.

 


 

Borsa di Milano. FtseMib a -1,35 per cento. Differenziale Btp-Bund a 134,50 punti. L’euro chiude in rialzo a 1,23 sul dollaro.

 


 

Nel mondo

 

Waymo ha ordinato migliaia di auto a Fiat Chrysler. La filiale di Google dovrebbe ricevere i primi esemplari di minivan ibridi a otto posti entro la fine dell’anno, sui quali applicare la propria tecnologia per l’auto che si guida da sola. E’ il secondo ordine di auto Fiat da parte di Waymo.

 


 

I separatisti yemeniti hanno circondato il palazzo presidenziale di Aden, la capitale del governo sostenuto dall’Arabia Saudita, costringendo il premier a barricarsi nell’edificio. Negli scontri intorno ad Aden sono morte almeno 36 persone da domenica.

 


 

L’Arabia Saudita ha raccolto oltre cento miliardi di dollari grazie a sequestri dei patrimoni dei suoi imprenditori accusati di corruzione e alle transazioni concluse con alcuni di loro. Dopo l’ondata di arresti degli scorsi mesi, circa cento persone sono state rilasciate dallo scorso novembre.

 


 

I palestinesi hanno danneggiato un veicolo diplomatico americano durante le proteste contro un evento organizzato dal consolato degli Stati Uniti nella West Bank. I manifestanti protestavano contro il progetto di ambasciata americana a Gerusalemme

 


 

Amazon, Berkshire e JpMorgan si alleano per creare una nuova compagnia assicurativa che gestisca congiuntamente il trattamento sanitario dei loro dipendenti – circa un milione in tutta America.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • CLAGANDINI

    CLAGANDINI

    30 Gennaio 2018 - 22:10

    Come al solito, informazioni molto puntuali

    Report

    Rispondi

Servizi