cerca

Votateci a Bibbiano

Dal Parlamento europeo un nuovo episodio della campagna mediatica lega-fratellista sui bambini

27 Novembre 2019 alle 06:00

Votateci a Bibbiano

Giorgia Meloni al salone del motociclo Eicma alla fiera di Rho Pero (LaPresse)

La campagna mediatica lega-fratellista su Bibbiano (“parlateci di Bibbiano”) è così ipocrita e destituita di fondamento logico-giuridico da aver rotto gli zebedei. Se però serve una prova in più, eccola dal Parlamento europeo. Giorgia Meloni (sì, quella di sono Giorgia e nessuno mi può giudicare nemmeno tu), twitta: “Popolari, socialisti, verdi, grillini e comunisti (comunisti, sic) votano insieme e bocciano la risoluzione di #FratellidItalia al Parlamento europeo sui diritti del bambino. Approvata invece una folle risoluzione per spingere gli stati ad introdurre lo #IusSoli. Questa non è la mia Europa”.

  

 

La verità è che hanno approvato una diversa risoluzione in materia sostenuta dalla maggioranza (la Cdu di Ursula compresa), un tantino più ampia di vedute di quella presentata dai fratelloni, che dice tipo: “Protezione del diritto alla vita fin dal concepimento con misure che garantiscano alle donne ogni alternativa possibile all’aborto”, e fin qui siamo contenti. Ma poi: “Lotta alla diffusione della ideologia gender nelle scuole; contrasto della pratica dell’utero in affitto; condanna di chi in nome di una assurda interpretazione del concetto di tradizione etnica viola l’integrità fisica ed emotiva dei bambini immigrati, come nel caso delle mutilazioni genitali, dei matrimoni forzati, o della libertà di crescere e vivere senza che venga negata loro la possibilità di condividere i nostri valori”. Beh, credete che nell’altra risoluzione ci fossero invece appelli alla zoofilia o al traffico di organi di neonati? No. E quanto allo ius soli, la faccenda è invece questa: “Si invitano gli stati membri affinché trovino una soluzione per i bambini apolidi”. Ma Giorgia Meloni, i bambini apolidi, li fa apolidare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • vittoriocolellaalbino

    27 Novembre 2019 - 11:00

    Caro Crippa, ci faccia capire: condivide o no la proposta della Meloni? Reputa o no che sia giusto lottare contro la diffusione della ideologia gender nelle scuole, la pratica dell’utero in affitto, le mutilazioni genitali, i matrimoni forzati, etc. come proposto dalla Meloni ? Oppure dobbiamo sempre buttarla sul ridicolo ? o, di grazia, cosa diavolo c'entra Bibbiano in questo caso ? Cordialità

    Report

    Rispondi

  • marco.tioli

    27 Novembre 2019 - 07:27

    Eh, diciamola tutta: quanto all'ideologia gender c'è un comma che recita "Si invitano infine i Paesi dell'Unione a garantire il diritto a un'istruzione inclusiva e ad assicurare l'accesso a informazioni esaustive e adeguate all'età su sesso e sessualità.". Pro o contro? Si conclude con un passo che ha dell'incredibile: "si sottolinea il ruolo chiave che i bambini possono svolgere nell'influenzare l'agenda politica europea, come dimostrano le recenti azioni di mobilitazione contro il cambiamento climatico guidate da bambini e giovani". I bambini che dettavano l'agenda politica li abbiamo già visti nella Cambogia di Pol Pot. Io non è che abbia particolare simpatia per la Meloni, ma una mozione del genere avrei qualche difficoltà a votarla

    Report

    Rispondi

Servizi