cerca

Meglio piangere in Rolls che in tram con i populisti

Gigi Buffon, parlando di un suo buio periodo, racconta di aver capito che Marilyn Monroe sbagliava. De gustibus

21 Febbraio 2019 alle 06:05

Meglio piangere in Rolls che in tram con i populisti

Foto LaPresse

So che il rischio, tutto sommato anche inutile, è quello di bisticciare con gli amici, e quantomeno i conoscenti. Anche se poi del pezzo grosso in questione ho già detto quel che dovevo, e via andare. Ma ieri mattina mi casca l’occhio sulla rubrica di prima pagina di Avvenire di Roberto Mussapi, poeta ed editore. “Fare squadra”. Boh, la leggo. Inizia con una citazione di Marilyn Monroe, che non avevo proprio in mente: “E’ meglio piangere in una Rolls Royce che in un tram affollato”. Beh, penso, il solito genio. Invece niente. Il testo prosegue: “Chi piange in un tram affollato si rende conto di avere una possibilità di uscire, di migliorare, di cambiare la sua condizione”. Mah, continuo a pensare: anche se stai nella Rolls puoi scendere, no? Comunque niente, mi accorgo che non era il poeta Mussapi: stava citando il libro che Roberto Perrone ha scritto con Gigi Buffon, Numero 1, che non ho letto ovviamente e non per Perrone. Il portierone, parlando di un suo buio periodo, racconta di aver capito che Marilyn sbagliava. De gustibus. Poi pensi a come siamo messi, pensi e se fossi su un tram con Giarrusso e i suoi amici, insomma col populismo italiano puzzone com’è? Siamo tutti sullo stesso tram un tubo, preferisco piangere su una Rolls, altro con gli italiani. O per passare da una Marilyn all’altra: come cantava Vasco Rossi, “i diamanti sono i migliori amici delle ragazze”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi