cerca

"Io registro tutto"

Nella scorpacciata di carnevale su Rimborsopoli e autosospesi, c'è un dettaglio di teratologia sociale che val la pena sottolineare. Il caso di Andrea De Girolamo, ex compagno della grillina Giulia Sarti

17 Febbraio 2018 alle 06:10

"Io registro tutto"

Giulia Sarti del M5s (foto LaPresse)

Di Rimborsopoli e di autosospesi abbiamo fatto una scorpacciata di carnevale, anche basta. Ma c’è un dettaglio di teratologia sociale che val la pena sottolineare. C’è questo Andrea De Girolamo, che sarebbe poi Bogdan Andrea Tibusche, ex compagno della grillina Giulia Sarti, quello che le avrebbe scavallato i soldi, che ora minaccia: “Vedremo come va a finire perché la verità è tutta un’altra… Vedrai i messaggi e le mail. Io ho un brutto vizio: registrare tutto e pure le telefonate”. Al netto che la povera Giulia è la stessa che a inizio legislatura le avevano scavallato le foto hard, e verrebbe da dire, col principe De André, “signora, lei è una donna molto distratta”, il punto è un altro. Che alla radice del male assoluto delle onestà-tà-tà e dello sputtanamento universale a mezzo file o sms, alla radice dell’odio, c’è questa perversa usanza invalsa di non fidarsi mai. Registra tutto, anche i video d’amore, chissà mai che un giorno vengano buoni per una revenge porn. Registra tutto, a un colloquio e agli esami, chissà che tra dieci anni valga da #molestia. Vale per ogni ambito, per ogni affetto o lavoro. Ieri persino la Panicucci è sbottata in tv con un collega-sottoposto: “Quando a settembre resterai a casa ti spiacerà un po’ di più, vedrai. Testa di cazzo”. Ma le avevano registrato il fuorionda, e s’è beccata un Tapiro. Chissà se lo potrà restituire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    17 Febbraio 2018 - 11:11

    Panicucci a parte, mi sembra il minimo che all'interno di una coppia grillina ci si intercetti e si faccia dossieraggio. Conoscendo i propri polli.

    Report

    Rispondi

Servizi