cerca

Povero tonno

Un pesce nobile, un’industria che è nata in Italia. La crisi in America. Là dove divoravano le scatolette, adesso non ne vogliono più sapere

25 Dicembre 2018 alle 06:19

Povero tonno

La mattanza in Sicilia, in un'acquaforte del 1782 di Jean-Pierre Houël

La globalizzazione appiattisce le differenze gastronomiche? Non è detto, ci suggerisce il tonno in scatola. “Il problema del tonno: un sacco di millennials neanche possiedono un apriscatole. StarKist, Bumble Bee Chicken of the Sea devono far fronte al crollo del mercato mentre si affermano alternative più fresche”, ha titolato il Wall Street Journal il 2 dicembre. Con in più la notazione generazionale, conferma lo stesso trend già fotografato il 18 agosto del 2014 dal Washington Post: “Come l’America si è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Maurizio Stefanini

Romano, classe 1961, maturità classica, laurea in Scienze Politiche alla Luiss, giornalista dal 1988. Moglie, due figli. Free lance impenitente, collabora col Foglio dalla fondazione. Di formazione liberale classica, corretta da radici contadine e da un'intensa frequentazione del Terzo Mondo. Specialista in America Latina, Terzo Mondo, movimenti politici comparati, approfondimenti storici. Ha pubblicato vari libri, tra cui “I nomi del male”, ritratto dei leader dell’asse del Male, "Ultras - Identità, politica e violenza nel tifo sportivo da Pompei a Raciti e Sandri", "Da Omero al rock. Quando la letteratura incontra la canzone" e ultimo "Alce Nero un «beato» tra i Sioux". Parla cinque lingue; suona dieci strumenti (preferito, fisarmonica).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi